Di Stefano: “S. Giovanni Teatino strategica nell'area metropolitana, l'interramento del tratto ferroviario opera necessaria”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

“Il territorio comunale di San Giovanni Teatino ha un valore strategico di straordinaria importanza per tutta l’area metropolitana Chieti-Pescara anche in relazione all’Aeroporto d’Abruzzo. Nel coniugare crescita, sviluppo e benessere dei cittadini della zona e più in generale dell’intero comprensorio, assume quindi particolare rilievo il progetto di interramento del tratto ferroviario che attraversa il centro cittadino”.

Lo afferma Fabrizio Di Stefano a margine dell’incontro di queste ore tra Amministrazione Comunale di San Giovanni Teatino, Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e Regione per parlare di Masterplan e dei progetti legati allo sviluppo dell’aeroporto con allungamento della pista e creazione della fermata ferroviaria annessa.

“La scelta dell’amministrazione comunale di porre con determinazione a Regione e Ministero dei Trasporti - attraverso un serio studio di fattibilità già elaborato - la necessità di prevedere che la linea ferroviaria abbia un percorso interrato nell’ambito del progetto più generale di raddoppio della linea e della realizzazione della stazione, è quindi più che mai opportuna” - sostiene Fabrizio Di Stefano – in ossequio al sacrosanto principio del rispetto del territorio e dei suoi amministratori locali, i quali certamente non possono più tollerare decisioni imposte dall’esterno”

Per parte mia ritengo pertanto che la sinergia fra Comune e futuro governo della Regione dovrà procedere con rapidità, ponderando con attenzione le esigenze di sviluppo urbanistico ed economico locale insieme alla tutela del benessere dei cittadini di San Giovanni Teatino. Ma tutto ciò – conclude Di Stefano– andrà fatto evitando interventi parziali e attivando una apposita Conferenza di Servizio che affronti il tema nella sua generalità coinvolgendo tutte le parti in causa a cominciare dagli amministratori di San Giovanni Teatino”.

Torna su
ChietiToday è in caricamento