Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Comunali: Di Primio resta il candidato sindaco del centrodestra

Indagato per corruzione nello stralcio dell'inchiesta Terre D'Oro, il primo cittadino, che si dichiara estraneo ai fatti, ha avuto la "benedizione" di Mauro Febbo, nome di spicco della politica teatina. Manca l'ok dei vertici di Ncd

Umberto Di Primio resta in sella. Sarà lui il candidato sindaco del centrodestra alle elezioni comunali della prossima primavera. La candidatura verrà ufficializzata nel giro di pochi giorni.

Cade così definitivamente l’ipotesi di dimissioni o di un’eventuale rinuncia a concorrere per la riconferma a palazzo d’Achille. Di Primio, indagato per corruzione in uno stralcio dell’inchiesta Terre d’Oro, sin dal primo giorno si è proclamato estraneo ai fatti che gli vengono contestati e ha chiaramente detto che l’ipotesi di dimettersi non era fra quelle da prendere in considerazione.

Diverso, vista l’indagine a suo carico, il caso della candidatura a sindaco a maggio prossimo. Ma la “benedizione” è arrivata da Mauro Febbo, nome di spicco del centrodestra teatino, il più votato nella provincia di Chieti alle ultime elezioni regionali. Se fino a prima di Natale il suo nome era il più papabile come sfidante al sindaco uscente in caso di primarie, oggi l’ex assessore regionale, dopo un incontro con Di Primio, gli ha confermato la sua fiducia. A questo punto, manca solo l’avallo dei vertici del Nuovo centrodestra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali: Di Primio resta il candidato sindaco del centrodestra

ChietiToday è in caricamento