Decreto aprile, Marsilio chiede il sostegno dei parlamentari abruzzesi

Nel decreto si chiede, tra le altre cose, la sospensione dei piani regionali di rientro dai disavanzi e un contributo straordinario per il 2020 in favore dei Comuni dichiarati "zona rossa"

Il presidente della Regione Marco Marsilio incontra in videoconferenza i parlamentari abruzzesi per programmare le iniziative politiche in vista dell’approvazione del cosiddetto “Decreto Aprile”.

Tra le proposte inserite nel decreto, per le quali il governatore ha chiesto il sostegno dei parlamentari, al fine di poter avere subito misure efficaci e operative, ci sono la sospensione per il prossimo triennio dei piani regionali di rientro dai disavanzi; la richiesta di soprassedere all’obbligo di presentare un programma operativo da sottoporre al Ministero della salute per l’approvazione delle procedure stesse; un contributo straordinario, per l’annualità 2020, in favore dei Comuni dichiarati “zona rossa” dai presidenti delle Regioni e, per quanto concerne il Comune dell’Aquila, un emendamento per richiedere un contributo straordinario in relazione alle minori entrate e alle maggiori spese connesse al sisma del 2009.

"Si tratta di misure indispensabili per il rilancio economico della nostra regione - ha sottolineato il presidente della Regione Marsilio – la mia speranza è che adesso nel loro lavoro in Aula abbiano la forza e la capacità di farsi ascoltare dal Governo per dare voce al territorio abruzzese".

All’invito del presidente Marsilio hanno partecipato l’onorevole Giuseppe Bellachioma della Lega, il senatore Luciano D’Alfonso del Pd, il senatore di Forza Italia Nazario Pagano, l’onorevole Stefania Pezzopane del Pd, Il senatore Gaetano Quagliariello del gruppo Fi – Udc e l’onorevole Antonio Zennaro del Gruppo Misto.

Assente il deputato di Italia Viva Camillo D'Alessandro in segno di protesta nei confronti di Marsilio "che ha definito l’Abruzzo arretrato - spiega - ma di arretrato c’è solo la sua capacità di governare. Se Marsilio chiede collaborazione, deve ricordarsi che è un concetto biunivoco, vale per ogni livello, nazionale e regionale. Dobbiamo fare chiarezza sull’uso delle risorse a livello regionale, sulle norme che vengono adottate dal Consiglio regionale, su come stanno lavorando le Asl ed i manager" aggiunge D'Alessandro che comunque non farà mancare la propria collaborazione, assicura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento