Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica

Declassato l'ospedale di Ortona, opposizione contro sindaco D'Ottavio

Il capogruppo di Forza Italia Tommaso Cieri e il coordinatore locale Simone Ciccotelli accusano l'amministrazione di complicità con il governo regionale, che ha fermato invece il declassamento delle strutture di Penne e Popoli

L'ospedale Bernabeo continua a perdere pezzi e l'opposizione si scaglia contro il sindaco Vincenzo D'Ottavio reo, a dire dei consiglieri, di "complicità" con il governo regionale che commetterebbe ingiustizie verso la città di Ortona. L'ultimo attacco in ordine di tempo contro l'amministrazione arriva dal capogruppo di Forza Italia Tommaso Cieri e dal coordinatore locale Simone Ciccotelli. 

Dopo la notizia della sospensione del declassamento di Popoli e Penne, Ortona si ribella, perché toccherà diverso destino. “Nella logica di figli e figliasti portata avanti da D’Alfonso, Paolucci e D’Alessandro - puntano il dito gli esponenti di Forza Italia - è evidente che ad Ortona spetti sempre un ruolo di secondo piano. E’ innegabile che D’Ottavio e soci, con il silenzio e l’immobilismo che li hanno sempre contraddistinti nell’affrontare non solo le tematiche sanitarie, si rendano complici di questi scellerati atti di macelleria sociale. Anche nelle deputate sedi - proseguono - abbiamo più volte richiesto un confronto con i rappresentanti regionali al fine di discutere le decisioni che gravano e graveranno sulla nostra comunità. D’Ottavio ha sempre dichiarato che se ne sarebbe fatto promotore. Il tempo passa e nel frattempo decisioni nefaste vengono prese senza il minimo confronto: è vergonoso.” 

“Prendiamo atto che per D’Alfonso, Paolucci e D’Alessandro Ortona rappresenti non una città da difendere, sviluppare e valorizzare, ma solo terreno di conquista di voti durante la campagna elettorale, palcoscenico per foto celebrative di temporanei e discutibili trasferimenti di reparti, un’ area per la realizzazione dei progetti di amici “finanziatori”. Siamo però a pretendere – concludono Cieri e Ciccotelli – che D’Ottavio, medico nella vita, abbia uno scatto d’orgoglio e dignità per difendere gli ortonesi e le generazioni future a cui sta lasciando in eredità il nulla".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Declassato l'ospedale di Ortona, opposizione contro sindaco D'Ottavio

ChietiToday è in caricamento