menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il consiglio comunale può riconoscere i debiti fuori bilancio per lavori urgenti"

Il consigliere di Forza Italia D'Ingiullo replica a Febo, che vuole interessare la procura della situazione contabile del Comune e cita una sentenza della Corte dei Conti

Il giorno dopo la minaccia del consigliere di Chieti per Chieti Luigi Febo di portare in procura i documenti relativi all'oltre mezzo milione di debiti fuori bilancio del Comune di Chieti, arriva la risposta del consigliere comunale Marco D'Ingiullo (Forza Italia), che si dice "sorpreso" dell'intervento dell'esponente dell'opposizione. 

"In consiglio comunale - dice - abbiamo discusso animatamente sul riconoscimento di delibere simili a quelle che verranno discusse venerdì (2 dicembre) in Commissione Bilancio, ma i debiti maturati per lavori urgenti e imprevedibili possono essere riconosciuti dall'assise civica". A sostegno di questo, D'Ingiullo cita una sentenza della Corte dei conti, con cui i giudici si sono espressi su un caso simile, asserendo che "nel caso in cui non vi siano idonei stanziamenti in bilancio, la giunta, su proposta del responsabile del procedimento, deve attivare la procedura di riconoscimento dei debiti fuori bilancio di competenza consiliare, prescindendo addirittura dal fatto che vi sia o meno arricchimento da parte dell'ente". 

D'Ingiullo accusa Febo di un intervento "strumentale", ricordando i debiti fuori bilancio dell'amministrazione di cui era assessore ai Lavori pubblici, dal 2005 al 2010, come Panozzo-basket 2007, sui 556mila 431 e 11 centesimi di euro, Seap 391mila 82 euro e 46 centesimi, evento sismico 2009 559mila 126 e 44 centesimi.

"Riguardo alla delibera d'indirizzo per l'affidamento in concessione alla gestione del servizio pubblico del mattatoio comunale, la stessa è stata elaborata in maniera corretta e trasparente seguendo la cosiddetta procedura negoziata attraverso la consultazione di un numero limitato di operatori economici dotati di caratteristiche e qualifiche idonee all'affidamento stesso. Sarà il dirigente del V settore ad affidare il servizio all'operatore che proporrà le condizioni più vantaggiose". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento