Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Il centrosinistra rivendica la paternità dei lavori pubblici

Il capogruppo del Pd, Camillo D'Amico, replica alle affermazioni rese dall'assessore Antonio Tavani che ha elencato una serie di lavori pronti per essere appaltati per complessivi 12.500.000 euro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

 “Dopo quasi tre anni di chiacchiere, dove hanno basato ogni fermo e ritardo su chi li ha preceduti, è arrivato il momento di buttare la maschera cercando d’intestarsi  meriti che non gli appartengono; lo fa non abbandonando la permalosa presunzione che gli è solita  e non  arrossisce neanche di fronte a fatti evidenti che lo smentiscono categoricamente, per date e riferimenti storici, su chi né è l’effettivo titolare e  potrebbe rivendicarne la paternità politica” replica così il capogruppo del Pd alla provincia, Camillo D’Amico, alle affermazioni rese da Antonio Tavani che ha elencato, vantandosene, una serie di lavori previsti pronti per essere appaltati per complessivi 12.500.000 euro la cui progettazione e finanziamento sono tutti riferiti alla precedente amministrazione di centrosinistra guidata dal senatore Tommaso Coletti -   

“E’ sorprendente - continua Antonio Tamburrino attuale consigliere provinciale ed assessore alla viabilità nella precedente amministrazione provinciale - che l’attuale amministrazione anziché giustificare gli oltre  due anni di ritardo nel concretizzare  le iniziative avviate dal precedente esecutivo, cerca di farsene motivo di vanto. Con questa amministrazione si è fermato tutto, nonostante progetti e finanziamenti trovati nel cassetto”.

“Per ben due anni e mezzo gli attuali amministratori - aggiunge Coletti -  hanno  fatto solo del vittimismo parlando delle difficoltà economiche dell’Ente ed accusando la precedente amministrazione di aver lasciato l’Ente senza soldi, mentre oggi, proprio i capigruppo di maggioranza hanno certificato, con un emendamento al piano triennale, che sui residui passivi del consuntivo 2010 vi sono oltre dieci milioni di euro  di disponibilità. La passata amministrazione ha realizzato 170 milioni di opere pubbliche,molte delle quali sono state inaugurate in pompa magna dall’attuale amministrazione, come l’ ISA di  Vasto e la Cittadella della musica di Lanciano continuando il completamento delle infrastrutture scolastiche, viarie e culturali del nostro territorio. Dal 2009 solamente chiacchiere ed annunci come le aree di risulta delle ferrovie che a dicembre dovevano essere consegnate alla Provincia!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrosinistra rivendica la paternità dei lavori pubblici

ChietiToday è in caricamento