Politica

Critiche all'amministrazione sui fondi per gli scavi, Amicone si dissocia: "Sara Marcozzi non rappresenta i 5 Stelle a Chieti"

Il capogruppo in consiglio comunale del Movimento 5 Stelle conferma la fiducia nell’azione del sindaco Ferrara e si toglie qualche sassolino dalla scarpa

Il consigliere comunale del M5s, Luca Amicone, prende le distanze delle parole della consigliera regionale Sara Marcozzi che ha criticato l’atteggiamento dell’amministrazione comunale teatina definendo grave il rifiuto dei fondi raccolti in favore degli scavi archeologici in piazza San Giustino.

Oggi il capogruppo in consiglio comunale del Movimento 5 Stelle Luca Amicone confermando la fiducia nell’azione del sindaco di Chieti Diego Ferrara e della giunta, si toglie qualche sassolino dalla scarpa precisando che “la posizione del Movimento 5 Stelle di Chieti non è rappresentata da Sara Marcozzi, ma dal gruppo di Chieti del Movimento 5 Stelle”.

“La dichiarazione di Sara Marcozzi non è la posizione politica del M5s a Chieti – sottolinea Amicone in una nota stampa - ma è a titolo personale, è evidente che si tratta di una voce fuori dal coro. Sfuggono diverse cose su piazza San Giustino o forse si è stati male informati, ovviamente non da me che non sono mai stato contattato. A Chieti – ripete - la consigliera regionale Marcozzi non rappresenta i 5 Stelle".

Amicone poi ricorda che, per i lavori di piazza San Giustino, il Comune di Chieti si sta muovendo nell’ambito delle proprie competenze chiedendo alla presidenza del Consiglio di poter utilizzare i ribassi d’asta. “Parliamo di entità molto consistenti” prosegue il consigliere comunale “il Comune sta facendo bene la propria parte. Piuttosto non posso condividere un politico, soprattutto 5 Stelle, che sponsorizza le proprie donazioni, facendosi pubblicità, rispolverando una vecchia abitudine della politica. Una scelta personale legittima, ma davvero di cattivo gusto. Ogni polemica della Marcozzi contro il comune di Chieti, evidentemente strumentale, è andata a vuoto. Ricordo ad esempio quella sulla riapertura dei musei, per cui il Comune ha fatto la propria parte impiegando anche i percettori del reddito di cittadinanza. Un grande risultato sia amministrativo, che di fattiva collaborazione con altri enti dello Stato. Una novità assoluta per Chieti, un passo avanti di qualità frutto del buon lavoro di questa giunta”.

E conclude: “Sono rimasto in silenzio per molto tempo, ma ora appare chiaro a tutti che la consigliera regionale del M5s non aderisce al progetto di alleanza civica costruita a Chieti, ad oggi unico esperimento riuscito in Abruzzo e unica giunta in cui c’è anche il Movimento 5 Stelle. Tutto questo è stato possibile grazie al prezioso contributo della deputata teatina Daniela Torto, che oggi voglio ringraziare pubblicamente perché è sempre stata vicino al gruppo di Chieti e ci supporta quotidianamente”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Critiche all'amministrazione sui fondi per gli scavi, Amicone si dissocia: "Sara Marcozzi non rappresenta i 5 Stelle a Chieti"

ChietiToday è in caricamento