Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Crisi in maggioranza? Di Primio: i "presunti traditori" si facciano avanti

Il sindaco di Chieti smentisce l'ipotesi di una fronda all'interno della maggioranza di governo "ma - dice - se per davvero c'è qualcuno che pensa a tessere trame da traditore, venga in aula con una mozione di sfiducia"

Il sindaco Umberto Di Primio smentisce l’esistenza di una fronda politica contro l'amministrazione da lui guidata. “Non mi risulta che i partiti del la mia maggioranza abbiano assunto decisioni o fatto scelte di coalizione diverse da quelle che, due anni e mezzo fa, ci hanno consentito di vincere le elezioni” ammette il primo cittadino in una nota inviata alla stampa nella quale ribadisce la conferma di fiducia ricevuta dal presidente provinciale dell’Udc, Andrea Buracchio, e dai consiglieri comunali centristi.

E aggiunge: “Quanto ai mal di pancia di qualche consigliere di centrodestra, che dicono civetti con l’opposizione, rivolgo un invito, a chi non se la sente più di lavorare in questo momento così difficile per il bene della città, a dichiarare pubblicamente il cambio di coalizione e dare spiegazioni agli elettori di tale scelta. Se per davvero c’è nella mia maggioranza chi, piuttosto che preoccuparsi dei grandi problemi, dall’occupazione, alla crisi finanziaria, dal riordino delle Province, alle opere da realizzare,  pensa a tessere trame da traditore, venga in aula con una mozione di sfiducia piuttosto che accettare la vigliacca proposta dell’opposizione di dimettersi andando dal notaio. A nulla valgono le chiacchiere sui vili progetti che presunti traditori starebbero predisponendo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi in maggioranza? Di Primio: i "presunti traditori" si facciano avanti

ChietiToday è in caricamento