Politica

Crisi idrica, l'amministrazione Ferrara non accetta critiche: "Giampiero Riccardo specula sui disagi delle persone"

I consiglieri di centrosinistra replica alle accuse del consigliere di Chieti Viva sui disservizi in città

“Fino ad oggi dall’opposizione abbiamo sentito solo proclami e nessuna proposta. Le soluzioni promosse da qualcuno erano scritte nella carta dei servizi”. Queste le parole riportate dal Comune e firmate dai "consiglieri di centrosinistra" sui disservizi idrici in città che sta coinvolgendo l'Aca.

Dopo le dure accuse da parte del consigliere di Chieti Viva, Giampiero Riccardo che accusava il Comune di "continuare a nascondere la testa sotto la sabbia" è arrivata la replica dell'amministrazione Ferrara.

“Non si fa propaganda su un servizio essenziale qual è l’acqua, né è pensabile di intestarsi l’argomento per avere visibilità sui giornali attraverso proclami e attacchi all’amministrazione: fino ad oggi dalla minoranza non abbiamo avuto proposte, né soluzioni attuabili e con la demagogia non si può pensare di fare politica. Come partiti al governo della città - spiegano consiglieri di centrosinistra -  ci siamo attivati per venire incontro alle famiglie e agli esercenti che dopo il periodo di stop hanno diritto a una ripresa senza intoppi, ottenendo uno slittamento dell’orario di chiusura. Basta con i proclami e la demagogia perché sui disagi delle persone non si specula, specie in questo momento che dovrebbe essere di ripartenza. Sin da quando eravamo consiglieri di minoranza sull’argomento abbiamo sempre portato proposte e mai mosso lamentazioni volte solo a cavalcare l’onda del dissenso. Siamo stati gli unici a mettere nero su bianco, ad esempio, la nostra decisa contrarietà ad affidare il servizio all’Aca, mentre chi oggi si erge a paladino della cittadinanza e a salvatore della patria, restava zitto e allineato alle posizioni di chi scelse in senso opposto. Oggi dicono di aver risolto problemi come la rateizzazione delle bollette, che è ricompresa nei servizi dovuti all’utenza. Come partiti di maggioranza noi stiamo cercando di affrontare la situazione ad un altro livello: è fissato a giovedì prossimo l’incontro con i vertici della Spa, occasione per affrontare diverse problematica".

L’amministrazione fa sapere che "oltre a chiedere ad Aca di istituire un tavolo permanente per organizzare al meglio la gestione dell’emergenza, avrà modo di vedere gli impianti e gli snodi più critici della rete teatina per avere maggiore cognizione delle situazioni più complesse e su come affrontarle. Ci rendiamo conto del periodo e del fatto che le istanze dei cittadini siano legittimamente pressanti, ma per fare un buon servizio alla politica, più che puntare il dito, bisognerebbe stringere le fila di un’azione condivisa e unitaria. Noi siamo pronti a farlo, aspettiamo di capire se anche chi si lamenta e accusa lo è”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi idrica, l'amministrazione Ferrara non accetta critiche: "Giampiero Riccardo specula sui disagi delle persone"

ChietiToday è in caricamento