rotate-mobile
Politica Lanciano

Ascom: incontro coi candidati, ma a Lanciano si presenta solo Acerbo

Il candidato Acerbo ha annunciato che, in caso di elezione, opererebbe una piccola rivoluzione all'interno del comitato Valutazione impatto ambientale licenziando il personale. Presente al dibattito anche la professoressa D'Orsogna

Ambiente, salute, sanità, turismo, lavoro. Sono i temi affrontati nel corso dell’incontro-dibattito organizzato dall’associazione regionale di categoria Ascom Abruzzo con i candidati alla Presidenza del consiglio regionale d’Abruzzo ieri sera, 14 maggio, a Palazzo degli Studi. Dei quattro candidati presidenti invitati al dibattito con i giornalisti, Maurizio Acerbo, Gianni Chiodi, Luciano D’Alfonso e Sara Marcozzi, si è presentato solo il primo. A parte Sara Marcozzi, candidata presidente per il Movimento 5 stelle, che aveva già avvisato giorni prima di non poter prendere parte all’incontro, gli altri avevano tutti dato ampie rassicurazioni, fino a poche ore prima dell’inizio della serata, di potere e volere intervenire.

“Dispiace che non si sia rispettata la parola data – ha commentato il presidente di Ascom Abruzzo, Angelo Allegrino – sarebbe stata un’occasione proficua per tenere fede ad un impegno preso e per confrontarsi con i cittadini di Lanciano su tematiche importanti che riguardano sia il territorio frentano che l’intera regione”.

L’incontro è comunque andato in scena davanti ad un uditorio attento e partecipe. Presenti il candidato consigliere Emilio Nasuti in rappresentanza di Chiodi e il candidato consigliere Antonio Lucifero in rappresentanza della candidata presidente Marcozzi. Nel pubblico, oltre ai giornalisti, anche diversi rappresentanti di associazioni e movimenti civici e ambientalisti tra cui la professoressa Maria Rita D’Orsogna, nota per le sue battaglie in difesa dell’Abruzzo. Temi particolarmente “caldi” sono risultati infatti l’ambiente, con le emergenze della petrolizzazione, del progetto di estrazione di gas della Forest a Bomba, delle bonifiche di Bussi e le opportunità della Via Verde e del parco nazionale della Costa teatina, e la sanità. Su quest’ultimo punto si è concentrato il candidato presidente Acerbo che ha puntato il dito contro gli sperperi regionali soprattutto nell’acquisto di macchinari, come ad esempio la risonanza magnetica per l’ospedale Renzetti di Lanciano, costata “un milione e mezzo di euro e che invece sarebbe potuta essere acquistata tramite bando pubblico a 420mila euro”. Acerbo ha poi insistito sull’eccessiva presenza di “baronati” e privati nella sanità.

Sul fronte ambientale il candidato consigliere Nasuti, dopo aver esposto l’impegno del governo Chiodi sul turismo e sulla Via Verde, su domanda della professoressa D’Orsogna, si è impegnato, in caso di elezione, a modificare la legge regionale che già vieta l’esplorazione di petrolio allo stato liquido, aggiungendo anche il divieto per l’esplorazione e l’estrazione di gas in territorio regionale. “Bisogna ascoltare i cittadini e i diretti interessati delle varie emergenze abruzzesi per trovare una soluzione davvero efficace ai problemi – ha sottolineato il candidato consigliere Antonio Lucifero – è necessario inoltre riorganizzare il comparto umano, formare gli operatori del turismo e del commercio all’accoglienza e promuovere la sinergia già fortissima che esiste tra turismo e agricoltura”. Lucifero ha insistito anche sulla partecipazione diretta dei cittadini alle scelte operate dal Governo regionale.

Sul fronte ambientale infine, tra i tanti temi affrontati, il candidato Acerbo ha annunciato che, in caso di elezione, opererebbe una piccola rivoluzione all’interno del comitato Via (valutazione impatto ambientale) regionale licenziando il personale che non ha prodotto risultati concreti dal punto di vista della soluzione di emergenze ambientali e affiancando l’ufficio anche con una commissione Vis (valutazione di impatto sanitario) oltre che di un pool di esperti che lavorino sulle infinite richieste di cui è oggetto il territorio abruzzese e che abbiano ricadute sulla salute umana e ambientale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascom: incontro coi candidati, ma a Lanciano si presenta solo Acerbo

ChietiToday è in caricamento