menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio regionale semi deserto, seduta rinviata: tutti al Vinitaly?

Forza Italia: "L'Assemblea convocata per le ore 11 è stata rinviata perché i membri del Governo regionale erano tutti assenti". La protesta contro la chiusura dei Punti Nascita

Consiglio regionale semi deserto questa mattina (24 marzo) a L'Aquila dove la seduta prevista per le ore 11 è stata rinviata.

E’ Forza Italia a comunicarlo:  “L’assemblea è stata rinviata perché i membri del Governo regionale erano tutti assenti e solo l’assessore Pepe era giustificato, mentre il Presidente è impegnato nel suo tour elettorale nell’alto vastese (D'Alfonso era ancora ad effettuare sopralluoghi alle frane che negli ultimi giorni hanno interessato Castiglione M. Marino, Fraine, ecc. ndr)  e gli altri componenti della Giunta probabilmente sono ancora al Vinitaly-  dichiarano i consiglieri di opposizione - Parte della maggioranza presente in Aula si è poi volatilizzata, lasciando soli Monticelli e Gerosolimo, facendo mancare così il numero legale che non ha permesso di continuare l’assemblea dando la possibilità al presidente (Lucrezio Paolini in sostituzione di Di Pangrazio) di sospendere la seduta rispetto alle richieste di Forza Italia e di tutta l’opposizione di continuare i lavori per i punti che si potevano affrontare evitando una brutta figura nei confronti dei cittadini elettorali e soprattutto lo sperpero del denaro pubblico".

Alla dichiarazione di scioglimento del Consiglio, l'opposizione ha simbolicamente occupato la sala consiliare mostrando uno striscione realizzato da Febbo e Sospiri per richiamare l’attenzione sulla chiusura dei Punti nascita.

"Per l’ennesima volta  – aggiungono i consiglieri del Movimento 5 Stelle – la maggioranza ha dimostrato una mancanza di rispetto non solo nei confronti  nostri e  delle istituzioni ma, soprattutto, nei confronti dei cittadini che si aspettano dall’assemblea consiliare ben altri risultati. Lo slittamento della seduta a questo pomeriggio ha impedito, infatti, di affrontare sin da subito questioni di grande rilevanza quali la chiusura dei punti nascita, l’interruzione da parte delle province del servizio di trasporto disabili o la realizzazione della centrale a biomasse della Power Crop. Ci aspettiamo, per  le prossime volte, da parte di D’Alfonso e della sua Giunta un comportamento più corretto e rispettoso degli impegni già stabiliti".

La seduta intanto, è stata rinviata alle 16: è prevista la risoluzione congiunta di tutta la minoranza contro la chiusura dei punti nascita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento