Politica

Ripresa Covid: il consiglio dei ministri impugna la legge della Regione Abruzzo

Come si apprende da una nota di Palazzo Chigi, il Cdm ha impugnato la legge regionale sulla ripresa post Covid delle attività produttive e turistiche

Il Consiglio dei Ministri impugna una legge regionale sulla ripresa post Covid.

Ieri sera il Consiglio, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, dopo aver esaminato quindici leggi delle Regioni e delle Province Autonome,ha deliberato di impugnare la legge della Regione Abruzzo n. 32 del 20/11/2020, recante “Provvedimenti di cui all’articolo 109, comma 2-bis, lettera b), decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, per interventi finalizzati alla ripresa post Covid-19 delle attività produttive e turistiche del territorio e ulteriori disposizioni” in quanto la disposizione di cui all’articolo 2 risulta priva di copertura finanziaria, in violazione dell’articolo 81, terzo comma, della Costituzione.

Lo si apprende da una nota di Palazzo Chigi.

Il Cdm ha deciso invece di non impugnare la legge della Regione Abruzzo n. 33 del 23/11/2020, recante “Modifiche all’articolo 4 della legge regionale 30 novembre 2017, n. 57 per il sostegno al pendolarismo studentesco e ulteriori disposizioni".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripresa Covid: il consiglio dei ministri impugna la legge della Regione Abruzzo

ChietiToday è in caricamento