rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Politica

Il consiglio comunale salta per mancanza numero legale, le opposizioni: "Il sindaco Ferrara ora deve dimettersi"

All’appello della seduta odierna solo 16 consiglieri di maggioranza presenti su 21

"Dopo la sconfitta politica rimediata dal sindaco Ferrara e dal presidente Febo nella scorsa seduta di consiglio comunale oggi è stata conclamata la superficialità di questa amministrazione che non è in grado di garantire la propria maggioranza in aula".

Durissima la nota dei consiglieri comunali teatini di Azione politica, Lega, Forza Italia, Udc, Di Iorio sindaco, Chieti viva e Forza Chieti dopo che questa mattina è saltato il consiglio comunale sulla suddivisione con Torrevecchia della segretaria comunale, per mancanza del numero legale.

Una situazione che aveva già visto il sindaco Ferrara, che vuole continuare a suddividere con Torrevecchia la segretaria comunale, trovarsi in disaccordo con la sua maggioranza. Per questi ultimi la la convenzione con Torrevecchia non deve essere rinnovata.

"Due consigli, quattro commissioni congiunte e 3 capigruppo con circa 9mila euro di spesa per non approvare nulla. È arrivato il momento per il sindaco dinnanzi all’immobilismo e pressappochismo - dicono le opposizioni - di alzare bandiera bianca e di dimettersi per il bene della città dopo solamente due anni visto che non gode più della fiducia della sua stessa maggioranza. All’appello della seduta odierna solo 16 consiglieri di maggioranza presenti su 21 nonostante gli estremi tentativi compiuti nell’arco della giornata con una capigruppo convocata la mattina con estrema urgenza e una commissione proprio prima del consiglio".

Nella foto dei consiglieri di opposizione figura anche Alberto Chiavaroli eletto nella lista "Ferrara sindaco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio comunale salta per mancanza numero legale, le opposizioni: "Il sindaco Ferrara ora deve dimettersi"

ChietiToday è in caricamento