Le donne curde e l'aumento del compenso dei revisori nel prossimo consiglio comunale

La politica internazionale arriva in aula con l'odg di solidarietà alla Siria, firmato da tutte le donne dell'assemblea

Il sindaco Di Primio nell'ultima seduta consiliare

Spazio alla politica internazionale nel consiglio comunale teatino in programma domani mattina (o lunedì in seconda convocazone). Tra gli argomenti che discuterà l'assemblea, infatti, c'è l'ordine del giorno di solidarietà alle donne curde promosso dalla consigliera Stefania Donatelli (Fratelli d'Italia), sottoscritto in seguito da tutte le consigliere. 

Nel dettaglio, il documento impegna l'assemblea a fare proprie le richieste delle curde, con l'obiettivo di far arrivare la loro voce ai più alti livelli dello Stato e dell'Unione Europea. In particolare, chiedono "la fine dell'occupazione della Turchia nella Siria del Nord, l'istituzione di una no fly zone per proteggere la popolazione della Siria del nord e dell'est, prevenire ulteriori crimini di guerra e atti di pulizia etnica da parte delle forze armate turche, garantire la condanna dei criminali di guerra secondo il diritto internazionale, fermare la vendita di armi in Turchia, contro cui attuare sanzioni economiche e politiche e, infine, adottare provvedimenti immediati per risolvere la crisi politica in Siria, con la partecipazione e la rappresentanza di tutte le differenti comunità nazionali, culturali e religiose presenti nel Paese".

Ma in programma nella seduta di domani ci sono anche temi più prettamente amministrativi, come la variazione d'urgenza al bilancio di previsione 2019-2021 e l'adeguamento del compenso dei revisori dei conti. Si tratta di maggiorazioni previste dalla legge, in virtù dei diversi compiti che i professionisti assoldati fino al 2021 svolgono per conto del Comune, per cui è previsto un aumento fino al 10% della cifra spettante al collegio, che può arrivare fino a un massimo del 30%, nel caso in cui questo eserciti le proprie funzioni anche nei confronti delle istituzioni dell’ente.

A Chieti, i revisori Angelo Palombizio (presidente), Luciana Cunicella e Alfonso Di Sabatino Martina si occupano anche del teatro Marrucino e svolgono un controllo sulle attività dei dirigenti nei confronti delle società partecipate. La delibera che sarà discussa in aula prevede dunque che i compensi dei membri del collegio contabile aumentino da 16.533 euro a 29.447,06 per il presidente e da 11.020 a 19.631,38 nel caso dei componenti.

In aula arriveranno anche tre mozioni del consigliere Marco Di Paolo (Lega), ritirate nell’ultimo consiglio. Si tratta del progetto Libro in piazza, una sorta di “book crossing” in centro e allo Scalo e l’installazione di due targhe commemorative a Filippo Montesi, il marò italiano assassinato durante la missione italiana in Libano, nel 1983, e a Norma Cossetto, giovane istriana vittima delle foibe nel 1943. 

I consiglieri discuteranno anche della proposta di Bruno Di Paolo (Giustizia sociale), di istituire delegazioni di quartiere che cooperino con l'amministrazione comunale per il raggiungimento di scopi comuni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bere tanta acqua fa davvero bene? Tutti gli effetti benefici da conoscere

  • Scende dal mezzo in panne e viene investita da un'auto: morta una giovane

  • Ragazzo scompare da Orsogna, l’appello dei familiari

  • Chieti, Tentano furto ad azienda di carni: messi in fuga dal proprietario

  • Val di Sangro, operaio si sente male in fabbrica: muore a 44 anni Massimo Gollino

  • Finge di volerla aiutare a vendere l'auto ma è una scusa per estorcerle denaro: arrestato 39enne teatino

Torna su
ChietiToday è in caricamento