Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Cambia il regolamento del consiglio comunale: gettone di presenza solo a chi partecipa al voto

Dopo più di 10 anni e tre amministrazioni, le sedute hanno finalmente regole che mirano alla produttività, al coinvolgimento e alla tutela delle minoranze

Immagine d'archivio

Il consiglio comunale, riunito stamani in seconda convocazione, ha approvato all’unanimità il nuovo regolamento per lo svolgimento delle sedute. Un provvedimento a cui la commissione Statuto e regolamento ha iniziato a lavorare sin dall’inizio di questa consiliatura, ma che affonda le radici in tempi ben più lontani.

Si tratta, infatti, di un lavoro ultradecennale, che ha coinvolto tre amministrazioni comunali e un gran numero di consiglieri nelle attività della commissione competente

Soddisfatto il presidente del consiglio comunale, Liberato Aceto:

Oggi, finalmente, con senso di responsabilità e appartenenza, dopo un confronto sereno e costruttivo, tutti i consiglieri dell’assise civica hanno fanno si che ciò che è tra i massimi obiettivi di un consiglio comunale, ovvero l’approvazione di un regolamento per il funzionamento della politica cittadina, venisse approvato all’unanimità, senza distinzioni di appartenenze partitiche.

Il nuovo regolamento ha cancellato, fra le altre cose, l’articolo che prevedeva l’assegnazione del gettone di presenza ai consiglieri comunali in caso di sedute andate deserte, riuscendo così a far risparmiare l’organo amministrativo. Più concretamente, il gettone verrà erogato soltanto se si assiste alla seduta e se si partecipa alle varie votazioni.

Inoltre, i consiglieri comunali potranno intervenire in via straordinaria e immediata - e senza dover rispettare il tempo massimo previsto per ogni gruppo - in caso di fatti urgenti e rilevanza. Diventa più importante la conferenza dei capigruppo.

Plaude al nuovo regolamento anche il consigliere del Partito Democratico Alessandro Marzoli:

In qualità di componente la VI commissione Statuto e Regolamento e di vice presidente del consiglio comunale nello scorso mandato ho avuto l'opportunità di seguire da vicino praticamente tutti i lavori propedeutici per arrivare alla proposta definitiva. Ho insistito molto affinché si giungesse a un regolamento che fosse condiviso tra tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, dal momento che le regole del gioco per la città riguardano tutti e si fanno insieme. 

Il risultato finale, oggetto di molte modifiche e limature, è un ottimo compromesso tra l'esigenza di un lavoro più agile dei lavori consiliari ed il rispetto dei giusti tempi e modalità per far esprimere ciascun consigliere nella attività amministrativa, con attenzione ai diritti delle minoranze.

Durante la seduta di oggi, Marzoli ha ricordato al presidente Aceto la necessità di svolgere fisicamente il prima possibile una seduta a Chieti Scalo, come aveva già chiesto qualche tempo fa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambia il regolamento del consiglio comunale: gettone di presenza solo a chi partecipa al voto

ChietiToday è in caricamento