rotate-mobile
Politica

Il consiglio comunale approva il bilancio consolidato, ma Teateservizi è ancora nel mirino

Come evidenziato anche dal nuovo collegio dei revisori dei conti, infatti, la società partecipata ha presentato uno schema di bilancio, ossia un documento finanziario non definitivo, con dati passibili di variazioni

Via libera del consiglio comunale al rendiconto consolidato dell'esercizio 2020 e al bilancio consolidato per l'esercizio 2020 del gruppo Comune di Chieti. Nell'ultimo impegno dell'assise civica prima della pausa natalizia (ma si torna in aula prima di Capodanno), sono stati approvati anche il regolamento per l'esecuzione degli accertamenti e delle ispezioni degli impianti termici e l'istituzione della figura del garante dei diritti della persona disabile, proposta dalla consigliera Silvia Di Pasquale (Chi ama Chieti). 

Sul fronte del bilancio consolidato, ancora una volta, nel mirino torna la società partecipata Teateservizi. Come ha illustrato nel suo intervento l'assessore alle Finanze Tiziana Della Penna, la srl ha presentato uno schema di bilancio, ossia un documento finanziario non definitivo, con dati passibili di variazioni. "Dovrebbe essere un fatto eccezionale - ha osservato l'assessore - ma sta diventando regolarità". Un rilievo sollevato anche dal nuovo collegio dei revisori dei conti, che ha espresso parere favorevole. Nel dettaglio, l'organo contabile "invita l'ente a maggiore attenzione alle società partecipate nell'esercizio del controllo analogo"

Sul fronte dei numeri, ha spiegato Della Penna, "il bilancio consolidato chiude con una perdita di oltre 2 9milioni e rispecchia in particolare in maniera principale il risultato dalla capogruppo, che è inficiato dagli accantonamenti da rischio per contenzioso e svalutazione dei crediti a seguito del riaccertamento straordinario dei residui".

Contro il bilancio è stata presentata una pregiudiziale dal capogruppo Udc Mario De Lio, sottoscritta da tutti i consiglieri di minoranza. Nel dettaglio, il consigliere di opposizione, come già fatto ieri in commissione, ha sottolineato il ritardo nell'arrivo di alcuni documenti al consiglio e il fatto che "alcuni documenti contabili, cosi? come osservato dal Collegio dei Revisori sono provvisori e non ufficiali, quindi non definitivi, convalidati e asseverati". Ha così chiesto di non procedere all'esame della delibera, procedendo a una riformulazione dell'atto, anche tenendo conto delle osservazioni dei revisori. 

La pregiudiziale, però, prima respinta dal presidente del consiglio Luigi Febo, è stata poi bocciata una volta passata al vaglio dell'assise. 

La seduta, su proposta di Serena Pompilio (Azione Politica), si è chiusa con un minuto di raccoglimento in memoria di Pierluigi Di Berardino, storico dirigente del River Chieti scomparso all'età di 82 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio comunale approva il bilancio consolidato, ma Teateservizi è ancora nel mirino

ChietiToday è in caricamento