Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Bilancio approvato a tarda notte tra le proteste: sì ai tagli alla spesa

Consiglio comunale fiume e mai così affollato con i dipendenti di Chieti Solidale e gli esponenti del comitato cittadino per i servizi

Nel giorno del consiglio comunale più lungo e affollato della storia di questa consiliatura, a tarda notte vengono approvati il discusso bilancio previsionale 2018 e il documento unico di programmazione, che contengono le misure per i tagli alla spesa a cui, da settimane, minoranza e cittadini danno battaglia. 

Non è bastato il tentativo delle opposizioni di ostacolare l'approvazione dei documenti a colpi di emendamenti e pregiudiziali. Né è servita la presenza dei lavoratori di Chieti Solidale, di rappresentanti del comitato cittadino per i servizi pubblici all'infanzia e alla persona e di Casapound. Alle 15, ora di convocazione della seduta, erano una cinquantina in tutto, un numero di spettatori mai così alto per un consiglio comunale. E alcuni sono rimasti ad assistere fino a tardi, per capire cosa avrebbe deciso l'assise civica. 

Prima, una rappresentanza si è confrontata con il sindaco Umberto Di Primio e i capigruppo, per esporre le proprie ragioni. Dopodiché, intorno alle 17, finalmente è iniziata la seduta fiume del consiglio, terminata intorno alle 2 di notte senza più nessuna interruzione. 

Nel corso del pomeriggio e della serata, sono stati approvati i bilanci previsionali di Chieti Solidale e del teatro Marrucino, e il piano triennale delle opere pubbliche. In merito a questo documento, l'assessore ai Lavori pubblici Raffaele Di Felice ha spiegato qual è la situazione del Comune di Chieti, ma non solo: 

Oggi abbiamo più difficoltà a reperire fondi per riparare le strade o potare le piante, che a predisporre la realizzazione di un'opera, perché gli unici finanziamenti sono quelli europei. 

Sono passate le 20 quando, finalmente, si entra nel vivo del consiglio comunale: la discussione sul Dup, atto preliminare al bilancio, dura ben più di due ore. L'assessore al Bilancio Valentina Luise illustra le misure ormai note studiate dall'amministrazione per il contenimento della spesa: la vendita di una farmacia comunale, l'esternalizzazione degli asili nido, l'affidamento del trasporto scolastico alle scuole, l'istituzione della tassa di soggiorno e di nuove aree di sosta a pagamento. 

Dopodiché, il sindaco sceglie di intervenire per rivendicare la bontà dell'operazione. Un intervento di 45 minuti, trasmesso anche in diretta Facebook sul suo profilo personale, per tracciare un bilancio positivo della città, fornire dati e notizie su altre realtà italiane in crisi. "La crisi - dice - non riguarda solo Chieti, ma l'Italia e tutta l'Europa". 

La discussione sul Dup inizia quando è ormai tarda sera ed è un susseguirsi di attacchi tra minoranza e opposizione: gli uni attaccando le misure dell'amministrazione Di Primio, gli altri difendendoli e scagliandosi contro i colleghi di minoranza. Alla fine, entrambi i documenti riescono a passare con voto favorevole della maggioranza dei consiglieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio approvato a tarda notte tra le proteste: sì ai tagli alla spesa

ChietiToday è in caricamento