menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volontariato nelle attività e nei servizi del Comune: il Consiglio approva il regolamento

Il Comune di Chieti approva l’istituzione del Registro dei volontari. L’amministrazione, al bisogno, potrà utilizzare il servizio del volontariato in tutti gli ambiti di interesse pubblico di competenza del Comune

Il Consiglio comunale ieri ha approvato la delibera per l’istituzione del “Registro dei volontari di ausilio all’Ente – InsiemeCittà", votata all’unanimità dai consiglieri comunali presenti in aula. La delibera è stata presentata dal consigliere di Giustizia Sociale Bruno Di Paolo, che esprime grande soddisfazione per l’esito della votazione: “Dal Consiglio Comunale - commenta - è arrivato un bellissimo segnale di attenzione verso i giovani e meno giovani della nostra città che intendono svolgere attività di volontariato, quale contribuito gratuito personale di ausilio all’amministrazione comunale nell’espletamento di attività e servizi tecnici, amministrativi ed operativi. Un messaggio forte di marcata lungimiranza istituzionale, che va a soddisfare la richiesta, sempre più crescente, della partecipazione attiva del cittadino alla vita amministrativa comunale”. 

Il Registro dei volontari

Ha la lo scopo di favorire la convivenza civile, la partecipazione e la coesione sociale della città attraverso la valorizzazione del contributo volontario dei cittadini e dei vari attori sociali presenti sul territorio per migliorare l’offerta dei servizi attraverso l’apporto spontaneo dei cittadini. L’amministrazione, al bisogno,  potrà utilizzare il servizio del volontariato in tutti gli ambiti di interesse pubblico di competenza del Comune e non espressamente vietate o riservate dalle norme Statali e Regionali.

Nel regolamento applicativo, approvato insieme alla delibera, sono stati individuati ed elencati anche i servizi nei quali l’attività di volontariato potrà trovare applicazione:
tutte le attività con finalità di carattere sociale, tali intendendosi quelle rientranti nell’area socio assistenziale, socio sanitaria e socio educativa, relative agli interventi di promozione, prevenzione e sostegno alle forme di disagio ed emarginazione sociale; tutte le attività con finalità di carattere civile, rientranti nell’area della tutela e del miglioramento della qualità della vita, della protezione dei diritti della persona, della tutela e valorizzazione dell’ambiente, della protezione del paesaggio e della natura; tutte le attività con finalità di carattere culturale, ossia quelle relative all’area di promozione e valorizzazione della cultura, del patrimonio storico e artistico, delle attività ricreative, sportive e turistiche.

Per iscriversi al Registro l’aspirante volontario dovrà essere residente nel Comune di Chieti, avere una età non inferiore a 18 anni, essere idoneo all’impiego accertato a mezzo certificazione del medico curante, non aver riportato condanne con sentenze passate in giudicato e, per gli extracomunitari, avere regolare permesso di soggiorno.

“Noi di Giustizia Sociale ci siamo prodigati – dichiara il promotore dell’iniziativa Gianni Totino – affinché anche Chieti si dotasse del Registro dei Volontari di ausilio all’amministrazione che è espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo e può essere strumento per un più efficacie conseguimento dei fini istituzionali dei servizi offerti dall’amministrazione comunale alla nostra collettività”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento