menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conferenza Donne Democratiche Abruzzo: Lorenza Panei eletta portavoce

L'assemblea regionale ha sancito l’elezione della democratica Lorenza Panei, già componente dell’Assemblea nazionale del Pd

L'assemblea regionale della Conferenza delle Donne Democratiche ha eletto portavoce dell'Abruzzo Lorenza Panei, già componente dell’Assemblea nazionale del Partito Democratico.

All'assemblea ha partecipato anche la presidente nazionale del partito Valentina Cuppi, che dal 22 febbraio scorso ha preso il posto di Paolo Gentiloni, andato a ricoprire il ruolo di commissario europeo all’Economia.

“È molto bello – ha dichiarato la Presidente Cuppi - sentir dire da un uomo, il vostro segretario Michele Fina, che dobbiamo avere una visione femminista. Lo condivido e credo che bisognerà fare un bel lavoro affinché l’essere femminista diventi proprio un atto identitario del nostro partito, un lavoro culturale che dobbiamo fare, affinché il Pdpossa diventare il soggetto politico che porta in società il protagonismo delle donne e quindi la parità di genere, l’uguaglianza che non è solo per noi, ma uguaglianza per tutti, la democrazia paritaria.”.

La neo portavoce delle Donne Democratiche d'Abruzzo Panei ha commentato: “Il mio più grande desiderio è quella di promuovere una politica dai toni miti sempre nel rispetto delle differenze, basata sulle pari opportunità e sulla progettazione fatta di risultati. La presenza delle donne negli spazi della politica, delle organizzazioni e delle istituzioni deve essere garantita, così come l’utilizzo di un linguaggio nuovo e adeguato, che contrasti le offese rivolte al corpo e alla dignità delle donne, che dia forza all’idea che la trasversalità delle questioni di genere innerva ogni ambito del presente. È necessario cambiare il proprio sguardo sulla realtà, promuovendo politiche inclusive”.

Un messaggio è stato portato anche dalla deputata Stefania Pezzopane che ha sottolineato come “Eleggere la nostra coordinatrice sia stato un gesto di responsabilità che dà alla donna autorità e gliela dà in forma collettiva e in una forma generosa perché quando si dà autorità alle donne dai autorità a te stessa, creando una rete potente di energia collettiva per praticare una nuova politica, una politica di genere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento