menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'accusa: vincitori noti al concorso per 25 impiegati della Asl

Per il consigliere regionale di Forza Italia Febbo, nella graduatoria dell'avviso per 25 coadiutori amministrativi con contratto di lavoro a tempo determinato, ci sarebbero familiari di persone vicine al centrosinistra

Pubblicata la graduatoria dell'avviso pubblico indetto dalla Asl Lanciano Vasto Chieti per  l'assunzione di "25 coadiutori amministrativi con contratto di lavoro a tempo determinato riservato ai soggetti disabili di cui all'art. 1 della Legge 68/99”. Un avviso che, secondo la dura accusa del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo, avrebbe vincitori "già noti", o comunque in qualche modo vicini al centrosinistra abruzzese. 

Punta il dito il politico di opposizione: 

Nel leggere della graduatoria finale stilata, si evidenzia come, “casualmente”, ci sono nomi che rimandano, sempre “casualmente” a parenti, familiari e mogli , già dipendenti della stessa Asl, o comunque legati al mondo politico, in particolare del centro sinistra piddino e affini.

Infatti, scorrendo la graduatoria, si possono notare nomi come la signora Montanaro Floriana, moglie del signor Angelo Mammarella, già dipendente dell’ufficio personale della Asl, in ogni caso, parente (?) dell’altro dei 25, signor Sergio Tommaso Montanaro. Poi, scorrendo salta all’occhio la signora Di Muzio Francesca figlia dell’autista del direttore Flacco, signor Nicola Menna,  figlio dello stesso Menna dell’ufficio Concorsi e “dulcis in fundo”, sempre “casualità" volle, la signora Sciampa Elia in Luigi Febo, quello con la B sola, noto esponente chietino del centro sinistra, Pd e candidato sindaco perdente nel capoluogo teatino.

Accuse forti, quelle che lascia intendere il consigliere di Forza Italia.

graduatoria1-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento