Comune di Chieti, la maggioranza dopo il voto sull’anticipazione di cassa: “Eredità del centrodestra”

I consiglieri di maggioranza (eccetto Serena Pompilio) dopo l’approvazione della variazione di bilancio della precedente amministrazione attaccano la minoranza

La maggioranza di centrosinistra in consiglio comunale ha commentato la ratifica della delibera approvata dalla precedente giunta sulla variazione d’urgenza al bilancio finanziario passata con i voti del PartitoDemocratico, Chi ama Chieti, Chieti c’è, Chieti per Chieti, Movimento 5 Stelle, La sinistra con Diego e  Lista Ferrara Sindaco ma non di Azione Politica. Un documento con cui si accende un prestito con la Cassa depositi e prestiti da oltre 14 milioni di euro, da sanare entro il 2049, con una rata annuale di 614.991,10 euro.

“Com’era prevedibile non sono riusciti a mettere la faccia sulla delibera n. 927 del 18 settembre 2020 – dicono i consiglieri – cosa che noi abbiamo fatto non perché ne condividiamo il contenuto, ma solo perché contiene le spettanze di tanti creditori tra i quali Chieti Solidale, Aca, Deco e Teateservizi, società che ci preme tutelare perché dietro ci sono lavoratori, famiglie, settori che producono servizi per la comunità, ignorati da chi ci ha preceduto e a cui gli amministratori che hanno avallato e prodotto quella delibera di settembre, hanno vilmente voltato la faccia, facendo finta di esserne estranei, gridando allo scandalo su notizie false, per sviare l’attenzione dei media”.

I consiglieri dei gruppi di maggioranza  fanno sapere che faranno “in modo che la città non dimentichi chi l’ha messa sull’orlo del fallimento con un’amministrazione che non ha prodotto altro che debiti. Un’esposizione che documenteremo, perché ognuno dei teatini ai quali il centrodestra con le sue scelte ha accollato 300 euro di debiti ciascuno, neonati compresi, per un trentennio e una rata di rimborso annuale pari a 614.991,10 euro dal 2022 fino al 2049, sappiano bene chi debba vergognarsi e perché”.

Su quanto fatto dalla nuova amministrazione poi “la nuova amministrazione in un solo mese ha riattivato procedimenti, progetti, avviato percorsi per rendere più efficace ed efficiente l’azione amministrativa del Comune, risultati piccoli sono già visibili, quelli a medio e lungo tempo si stanno approntando e produrranno di certo i loro effetti perché tanto si può fare, ma tantissimo non è stato fatto nei dieci anni di amministrazione che ci hanno preceduto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento