Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Il Pd sull’epurazione di Silvio Tavoletta dalla Giunta

Debolezza politica della maggioranza, viene meno il cosiddetto Terzo Polo. Anche il Pd interviene con un comunicato stampa sulla vicenda Tavoletta

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

“La debolezza politica del presidente Di Giuseppantonio è preoccupante ed, i modi frequenti di silenziosa ubbidienza ai perentori ordini del prepotente capo della pdl provinciale, ne sono una manifesta rappresentazione. La poco educata cacciata dalla giunta dell’assessore Silvio Tavoletta, responsabile di non aver votato gli equilibri di bilancio al comune non alla provincia di Chieti, oltre che far rompere la costruzione del cosiddetto terzo polo, cui Di Giuseppantonio ha sempre dichiarato di lavorare ma parrebbe con scarsi risultati considerato il commissariamento subito nella guida che aveva dell’udc regionale, ha segnato l’amara conclusione politica della maggioranza che guida costruita per vincere le elezioni ma assolutamente incapace di governare” così esordisce Camillo D’Amico, capogruppo del P.D. alla provincia di Chieti, dopo l’annuncio ufficiale del ritiro delle deleghe all’ex assessore allo sport e tempo libero Silvio Tavoletta (F.L.I.)

 “Sono solo bazzecole e risibili giustificazioni le ragioni espresse dal presidente Di Giuseppantonio di voler dare al governo provinciale un riequilibrio territoriale con l’inserimento di un rappresentante dal vastese. Questa parte del territorio provinciale ha subito danni irreparabili con le scelte fatte dal centro – destra alla provincia quanto, soprattutto, alla regione e non sarà certamente ora, con una presenza tardiva e con nessuna possibilità di poter incidere in positivo ed invertire una rotta demolitrice a danno del vastese ormai irreversibile, a dare ristoro ai tanti torti subiti ed alle dimenticanze patite - cosi continua D’Amico che conclude -  La consolazione politica che traggo risiede nel fatto che, questa esperienza politica, volge inesorabilmente al termine così come la parabola delle  grigie eminenze che hanno colonizzato le istituzioni ai propri personali e privati bisogni è in discesa totale tra gli attoniti cittadini; mi rattrista il fatto che, i tanti problemi che attanagliano il territorio non trovano cura, attenzioni e soluzioni perché sacrificati sugli altari delle lotte di potere interni al centro – destra, in generale, ed a quello a guida udc in provincia di Chieti”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd sull’epurazione di Silvio Tavoletta dalla Giunta

ChietiToday è in caricamento