Martedì, 23 Luglio 2024
Politica Lanciano

“Lanciano entri nel comitato ristretto dei sindaci Asl”: il sindaco Paolini candidato

Giovedì 11 luglio si voterà la surroga dell'ex sindaco di Ortona Leo Castiglione. A Lanciano consiglio comunale unanime a favore dell'ingresso di Filippo Paolini, con l'opposizione che precisa: “Non si adegui alle decisioni di Schael”

Maggioranza e opposizione compatte a Lanciano per chiedere l'ingresso del sindaco Filippo Paolini nel comitato ristretto dei sindaci Asl. Giovedì 11 luglio la conferenza dei sindaci della Asl 2 Lanciano-Vasto-Chieti sarà chiamata a sostituire uno dei componenti, Leo Castiglione, che non è più sindaco di Ortona.

Dalla fine del 2021, dopo il cambio di amministrazione, la città di Lanciano non è più nel comitato ristretto. E oggi i componenti sono tutti sindaci espressione del centrosinistra. Un vulnus che l'assise civica vorrebbe sanare promuovendo la candidatura di Paolini. La richiesta è stata inserita in un ordine del giorno illustrato nella seduta di lunedì 8 luglio dal consigliere di maggioranza Giuseppe Luciani e approvato all'unanimità.

“Non possiamo perdere questa occasione per rappresentare le esigenze del nostro territorio nel comitato dei sindaci – ha sottolineato Luciani – organo molto importante poiché dà un indirizzo politico e amministrativo alla direzione aziendale, esamina i conti, esprime pareri sull'amministrazione della sanità locale e redige una relazione sull'operato del direttore generale”.

L'opposizione si è subito detta a favore, seppure con qualche precisazione. “Purché Paolini non faccia più il ventriloquo di Schael – ha preso la parola il consigliere Leo Marongiu, segretario provinciale del Pd - Votiamo in modo unanime per rappresentare gli interessi di Lanciano ma per farlo chiedo a Paolini di finirla di essere sempre 'sdraiato' alle decisioni di Schael perché siamo davanti ad un disastro in sanità che ha il direttore generale come esecutore e Marsilio come mandante”. Un concetto che è stato espresso anche da altri esponenti di minoranza.

“Mai stato ventriloquo di nessuno – ha replicato il sindaco Paolini – Da sempre Lanciano, Chieti e Vasto sono state all'interno del cimitato ristretto, al di là di ogni colore politico. Nell'ultima votazione è stata fatta una questione politica, eleggendo Leo Castiglione. Personalmente ribadirò che Lanciano deve stare all'interno del comitato ristretto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Lanciano entri nel comitato ristretto dei sindaci Asl”: il sindaco Paolini candidato
ChietiToday è in caricamento