Politica

Quirinale, pensionato originario di Chieti si candida a Presidente della Repubblica

Diego Di Pierro, pensionato sessantenne originario di Chieti e residente a Voghera, si è autocandidato alla presidenza della Repubblica "Io meglio di tante altre persone che frequentano il Parlamento"

Un capo dello Stato senza far parte del Palazzo, come nel film con Claudio Bisio "Buongiorno Presidente", ma in questo caso Diego Di Pierro, pensionato sessantenne di Voghera e originario di Chieti, si è candidato volontariamente alla presidenza della Repubblica.

Nessuna sorpesa allora, a differenza del film, per il signor Di Pierro, che ha pianificato quello che è il primo caso di autocandidatura nella storia della Repubblica Italiana, dopo aver studiato per bene la Costituzione.

Così lo scorso 12 aprile ha inviato una lettera a Palazzo Madama e ora si prepara per essere giovedì a Roma, quando cominceranno le votazioni per il futuro capo dello Stato.

Di Pierro, diploma di ragioneria, in passato ha ricoperto incarichi nel partito liberale e nelle organizzazoni sindacali ed è un ex dipendente di un'azienda di una società di distribuzione di farmaci.

"L'articolo 84 della Costituzione - spiega - prevede che qualsiasi cittadino italiano con requisiti specifici, ovvero avere compiuto 50 anni di età e godere di diritti politici, è candidabile a presidente della Repubblica. E allora mi sono chiesto perchè non provarci? Sono passati circa 60 giorni e non abbiamo un governo, potrei essere meglio di tante altre persone che frequentano il Parlamento e che non fanno altro che litigare".

Di Pierro giovedì sarà a Roma, "attendo solo che il prefetto mi comunichi l'invito ufficiale e l'orario" ed esorta altri cittadini come lui a fare altrettanto, presentando l'autocandidatura. "Ritengo di essere all'altezza". E conclude con una promessa "Sarò un bravo presidente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quirinale, pensionato originario di Chieti si candida a Presidente della Repubblica

ChietiToday è in caricamento