menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La giunta regionale pronta a chiudere il Ciapi, la rabbia di Pettinari: "Azione vergognosa e senza precedenti"

L'ente in liquidazione. Approvato il progetto di legge che definisce la chiusura della società partecipata destinata alla formazione, per cui erano stati già stanziati 600 mila euro

Potrebbe chiudersi con l'estinzione della fondazione la vicenda del Ciapi, l'ente di formazione regionale con sede a Chieti scalo. La giunta regionale ha deciso di liquidare la società partecipata destinata alla formazione e per la quale erano stati già stanziati 600 mila euro nel bilancio dell'anno scorso.

 L'ultima parola spetta al Consiglio regionale, ma la giunta oggi ha approvato il progetto di legge  per l'estinzione della fondazione Ciapi da trasmettere in Consiglio per l'approvazione ed ha espresso parere favorevole all'immediato scioglimento dell'associazione Ciapi Abruzzo Formazione, "al fine di evitare ulteriori ricadute economiche e finanziarie negative per la Regione". L'intenzione è nominare un commissario liquidatore da individuare tra i soggetti esterni all'amministrazione.

"Un'azione vergognosa e senza precedenti. La più vergognosa mai vista da quando ho memoria di una giunta regionale". Ci va giù duro il vicepresidente della Regione Abruzzo, Domenico Pettinari (M5s), nel commentare la notizia della liquidazione del Ciapi.

"Questi signori - ha dichiarato Pettinari all'agenzia Dire - pur di non dare i soldi ai dipendenti che aspettano da tre anni lo stipendio, hanno chiuso la società. Sono una trentina i dipendenti del Ciapi che proprio nel giorno in cui si discusse dei 600mila euro erano presenti a Palazzo dell'Emiciclo e che in questi minuti stanno scoprendo la notizia che li riguarda. Una cosa mai vista - prosegue - che avviene negli stessi giorni in cui questa Giunta ha stanziato soldi per salvare carrozzoni come i Centri Unici per la Ricerca e l'Arap. Milioni di euro stanziati per salvare le società partecipate e questa, che di stanziamenti non aveva neanche bisogno, viene chiusa. Mi meraviglio che il centrodestra che mentre governava il centrosinistra di Luciano D'Alfonso diceva ci voler salvare il Ciapi, ora lo liquida colpendo al cuore i dipendenti".

Ci si sta già mobilitando per mettere in piedi manifestazioni a sostegno dei dipendenti del Ciapi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento