Chiusura Distretto sanitario Chieti scalo, Barbara Stella (M5s): "La chiusura crea disagi"

La consigliera regionale presenta un'interpellanza per conoscere i tempi previsti per la ricollocazione del presidio

Da domani, lunedì 18 novembre, scatta la chiusura del Distretto sanitario di Chieti scalo.  In attesa che venga individuato un nuovo presidio nella parte bassa della città, le prestazioni verranno erogate nell'ex ospedale SS Annunziata in centro.

“La chiusura del distretto Sanitario della Asl a Chieti Scalo - afferma la consigliera regionale, Barbara Stella creerà molti difficoltà alla cittadinanza. Non riesco a comprendere come dopo tanti anni di inerzia e denunce da parte dei cittadini si possa congelare un servizio essenziale per i residenti da un giorno all’altro, senza pensare ai disagi che avrebbero avuto gli utenti in seguito alla chiusura del distretto scalino. Ho vissuto per 40 anni a Chieti Scalo e conosco benissimo quanto sia complicato, soprattutto per i più anziani, doversi spostare sul colle, anche se solo temporaneamente. Stiamo parlando di un servizio molto importante per gli utenti della zona per i quali occorre trovare in breve tempo una soluzione”

La consigliera chiede che il ritorno del presidio allo scalo sia il più rapido possibile:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono anni che il distretto di Chieti Scalo è in condizioni pessime, prima della chiusura la Asl avrebbe dovuto attivarsi preventivamente per trovare nuovi locali nell’area dello Scalo ed evitare così agli utenti di recarsi all’ospedale Santissima Annunziata di Chieti centro. Anzi, un rafforzamento del servizio soprattutto se sarà realizzato in armonia e coerenza con le esigenze di Chieti Scalo, che negli ultimi anni è cambiata in maniera significativa, è alquanto necessario. Proprio per questo, anche se la Asl ha già avviato la ricerca di locali adeguati, presenterò un’interpellanza per chiedere all’assessore competente quali sono i tempi previsti per la ricollocazione del presidio a Chieti Scalo e quali eventuali potenziamenti sono previsti rispetto al servizio attuale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

  • Coronavirus, in Abruzzo sono morte altre 10 persone

  • Diffondono il panico con il vocale su Whatsapp che accusa il commerciante: denunciati per procurato allarme

Torna su
ChietiToday è in caricamento