Politica

Centro di riuso in via Alento, Costa (Forza Chieti): "Cosa aspetta il Comune ad aprire?"

Il consigliere ha presentato un'interrogazione ricordando che risulta a disposizione un co-finanziamento regionale

Il consigliere di Forza Chieti, Maurizio Costa ha presentato un'interrogazione sulla questione centro di riuso nel capoluogo teatino. Costa chiede di "fare chiarezza su una questione che attraverso i finanziamenti regionali consente di avere anche una valenza sociale con lo spreco di attrezzature ancora funzionanti mettendole a disposizione di chi non può permettersele".

Il consigliere di minoranza ricorda che "l'11 settembre 2020 il consiglio comunale aveva approvato la delibera con il regolamento del centro che è stato chiamato 'Cric' ed ha trovato sede in via Alento. Il Comune ha anche a disposizione un co-finanziamento regionale. E inoltre il contratto di appalto per il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, stipulato tra il Comune di Chieti e il consorzio 'Formula Ambiente' il 27 dicembre 2018, prevede, tra l'altro, a carico del gestore del servizio di igiene urbana la gestione del Centro di riuso, in cambio di un canone mensile di 3.500 euro, che verrà versato al Comune di Chieti dal momento in cui la piattaforma sarà operativa".

Costa chiede dunque "cosa si aspetta ad aprire questo Centro che non solo salvaguarda l'ambiente ma aiuta anche le fasce più deboli?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro di riuso in via Alento, Costa (Forza Chieti): "Cosa aspetta il Comune ad aprire?"

ChietiToday è in caricamento