rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica

Centro profughi, Liberi a Sinistra: "Servivano ulteriore chiarezza e approfondimento sulla variante"

Il gruppo consiliare motiva l'astensione in consiglio e precisa: "Ma è giusto dare accoglienza e sostegno a profughi ed immigrati"

"La nostra astensione nell'ultimo consiglio comunale sulla delibera di variazione urbanistica riguardante il Centro di accoglienza a Brecciarola è stato un atto dovuto di fronte a esigenze di ulteriore chiarezza e di approfondimento espresse da più parti del consiglio, in primis in seno all’unica commissione che si è voluto dedicare al tema". Commentano così i tre consiglieri del neonato gruppo consiliare 'Liberi a Sinistra', Silvio Di Primio, Valentina De Luca ed Edoardo Raimondi, all'indomani del consiglio comunale che ha visto in oggetto la variazione urbanistica sul centro di accoglienza a Brecciarola.

“Dopo averlo chiesto noi stessi, con l’intervento del capogruppo Silvio Di Primio, abbiamo sostenuto la richiesta di ritiro del provvedimento, infine non accolta”, aggiungono, “per consentire a tutti i consiglieri di approfondire aspetti tecnici delle opere che si andranno a compiere attraverso tale variazione. Erano sicuramente necessarie ulteriori commissioni in merito, ad esempio per chiarire gli aspetti legati all’impatto ambientale dell’opera oggi ampliata rispetto al vecchio progetto iniziale presentato nel 2016. Sarebbe quindi stato opportuno chiarire anche le scelte strategiche a monte di una più generale pianificazione urbanistica della città. Una sola commissione su un tale argomento non è stata evidentemente sufficiente (solo 4 consiglieri, in quella sede, hanno espresso parere favorevole), visti anche i diversi emendamenti presentati nel corso della seduta di consiglio. Del resto, l’iter di tale provvedimento, seppur parta da molto lontano, si è impantanato nel corso del tempo per ragioni di natura anche tecnica”.

Di Primio, De Luca e Raimondi ci tengono tuttavia a precisare: “Contrariamente a molti altri che hanno espresso anche pubblicamente le loro inumane ed egoistiche fobie, noi riteniamo che sia giusto e doveroso dare accoglienza e sostegno ai tanti profughi e immigrati che fuggono dai loro Paesi spesso devastati da conflitti e calamità riconducibili all’operato e ai bulimici comportamenti del cosiddetto occidente civile e democratico. Prova ne è il nostro appoggio costante e quotidiano a tante lodevoli iniziative di solidarietà, come quella messa in campo dalla campagna nazionale promossa dall’ Arci “Call for Afghanistan” nata per salvare e accogliere donne, bambini, attivisti dei diritti umani e giornalisti afghani preda del restaurato regime talebano”.

In merito alla delibera, il gruppo di Liberi a Sinistra ricorda di “aver ringraziato l’architetto Morretti che, con la sua massima disponibilità e competenza, ha cercato di fugare le tante perplessità che questa delibera, non solo a nostro parere, suscita specie ai non addetti ai lavori. Ma le perplessità restano tante sia dal punto di vista amministrativo che tecnico. Ad esempio la Vas (Valutazione ambientale strategica) che a seguire l’iter di questa variante, fin dalla prima richiesta del 2016, non è stata mai avviata compiutamente, viste pure le norme regionali e nazionali in merito. Nella delibera in oggetto, poi, non appaiono atti finalizzati a sanare questa antica falla. Ad ogni modo, con la nostra astensione, abbiamo voluto ribadire criticamente e costruttivamente la necessità di un cambio di passo nei metodi di gestione dei lavori del consiglio, per far valere democrazia, trasparenza e partecipazione: le commissioni non servono per accumulare gettoni, ma per garantire l’esercizio democratico, consapevole e coerente alla deliberazione, specie su atti amministrativi così importanti. Non abbiamo di certo bisogno di replicare governi puramente 'tecnici', colmi di scadenze dell’ultimo minuto ma privi di confronto costruttivo. Si tratta, piuttosto, di affermare una compiuta programmazione strategica complessiva del futuro e, nel caso specifico, dei modi di integrare e di accogliere le tante soggettività più deboli che fanno parte del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro profughi, Liberi a Sinistra: "Servivano ulteriore chiarezza e approfondimento sulla variante"

ChietiToday è in caricamento