Vicenda Honeywell: Camillo D'Alessandro porta il caso in Parlamento

Il deputato abruzzese nel suo primo intervento alla Camera ha portato la situazione dei lavoratori dell'azienda di Atessa

Nella seduta pomeridiana della Camera dei Deputati, il deputato del partito democratico Camillo D’Alessandro ha portato in aula il caso dei lavoratori della Honeywell di Atessa. In particolare l'onorevole abruzzese si è soffermato sulla richiesta di  riconoscimento della cassa integrazione straordinaria.

 "Ci troviamo di fronte a una delle più gravi crisi del Paese per il numero dei lavoratori coinvolti - ha esordito in aula D'Alessandro -  e non ci è dato sapere se questa legislatura andrà avanti, ma facciamo in modo che per il tempo che c’è, queste gravi crisi siano affrontate con la dovuta unanimità“.

Il deputato del PD ha ricordato che ad oggi non è stata ancora concessa la cassa integrazione straordinaria , che c’è ancora poco tempo, dopodiché i lavoratori saranno lasciati soli al loro destino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho preso la parola per la prima volta in aula - commenta D’Alessandro - e l’ho voluto fare per consegnare all’aula ed alle Istituzioni nazionali il caso dei i lavoratori della Honeywell.  Spiace che le forze politiche che pure hanno prevalso in quei territori siano ferme e disinteressate - e conclude - l’iniziativa non finisce qui , con la Regione, con Lolli e D’Alfonso, abbiamo attivato già tutti i canali istituzionali, non molliamo fino alla fine”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quattro nuovi corsi di laurea all’università “d’Annunzio”

  • Muore a 15 anni dopo lo schianto con lo scooter: terribile lutto a San Giovanni Teatino

  • Coronavirus: ci sono altri 39 positivi, la maggior parte sono migranti ospitati in Abruzzo

  • Referti falsi via WhatsApp dopo gli esami: nei guai una ginecologa della Asl di Chieti

  • Ladri in gioielleria a Megalò, scatta l'allarme e perdono parte dei preziosi lungo i corridoi

  • Tre dipendenti sono positivi al Coronavirus, locale di Fossacesia Marina chiuso per la sanificazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento