menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casapound attacca l'amministrazione teatina: "Sindaco e giunta dimettetevi tutti"

Nella notte i militanti hanno affisso uno striscione per denunciare l'inadeguatezza di maggioranza e opposizione

Nuovo striscione di CasaPound Italia per denunciare l'inadeguatezza delle formazioni di entrambi gli schieramenti nella gestione di Chieti. "Sindaco, giunta comunale e opposizioni: dimettetevi tutti", il testo dello striscione affisso in città nella notte dai militanti.

"È arrivato il momento, dopo mesi e mesi di denunce e segnalazioni, di attaccare frontalmente i reali responsabili del disastro politico e sociale che Chieti sta affrontando e che peggiora giorno dopo giorno” spiega Francesco Lapenna, responsabile del movimento per la città di Chieti “Pd e centrodestra  sono entrambi responsabili di questo scempio: gli uni totalmente piegati alle volontà del governatore D'Alfonso che da anni spinge per depotenziare Chieti, gli altri totalmente inadeguati a decidere del futuro della città e, soprattutto, senza un briciolo di coraggio politico".

Lapenna prosegue elencando i "disastri" dell'attuale amministrazione. "Dalla situazione economica al prossimo arrivo degli ispettori della Corte dei Conti, da un sindaco in odore di dimissioni al depotenziamento dell'ospedale, dal degrado urbano ai cantieri in abbandono, dalla crisi del commercio ai problemi strutturali di edifici e scuole, dalla bonifica mai effettuata della discarica di Colle Sant'Antonio fino all'immobilità totale di un'amministrazione comunale indegna, Chieti continua a soffrire - sostiene il responsabile del movimento - in attesa di una ferita mortale che non abbiamo intenzione di aspettare inermi come pare vogliano fare i politici teatini".

E conclude: "Chieti ha bisogno di combattenti ha bisogno di professionisti e di persone competenti che possano ridare lustro e centratura ad una città allo sbando. Chieti ha bisogno di CasaPound. E noi non intendiamo sottrarci alla responsabilità di cui già centinaia di cittadini ci hanno incaricato: daremo battaglia fino all'ultimo respiro a tutti i nemici esterni ed interni, senza alleanze, senza fare sconti a nessuno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento