Casalincontrada, bilancio e imposte comunali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nei giorni scorsi abbiamo approvato anche a Casalincontrada il bilancio preventivo per l'anno 2014. Per le note vicende legate al cambio delle tipologie di alcuni tributi locali e non solo, il bilancio di previsioni viene approvato ormai quasi a fine anno. Nello specifico del nostro Comune, dato il cambio di amministrazione nello scorso maggio, ci siamo trovati con la maggior parte dei giochi fatti e in pratica decisi e ancor più impegnati se non già spesi da chi ci ha preceduti, sia in termini di tariffe che di destinazione delle risorse nei vari punti del bilancio. Abbiamo agito cercando di inserire ed applicare alcune regole di buon senso e soprattutto cercando di inserire elementi di equità e di sostegno sociale, prima assenti, che ci auguriamo di poter veramente migliorare e rendere più efficaci nei prossimi esercizi sperando di non dover nuovamente preventivare un anno quasi alla sua fine. In confronto alla previsione lasciataci da chi ci ha preceduto, abbiamo deciso di aumentare le risorse a disposizione del sociale, abbiamo inserito possibilità di detrazioni a favore delle famiglie con redditi bassi e con disabili e anziani a carico, eliminato inutili incombenze che pure hanno il loro costo. Siamo consapevoli della impossibilità sia per la situazione generale che per quella ereditata e particolare del nostro Comune, che non sono possibili interventi sulle opere pubbliche che poi non si potrebbero realizzare. Abbiamo preferito concentrarci sulla manutenzione e sul sociale. Piuttosto che ricercare alchimie fiscali per illudere i cittadini di oltre pagare meno, abbiamo analizzato la situazione e le condizioni reali del territorio e quindi messo in campo delle azioni per la tutela delle fasce più deboli per l'immediato, cercando di ottimizzare ed armonizzare le necessità dell'Ente e la scarsa disponibilità economica di molte famiglie. Ma il nostro obiettivo è e rimane quello di migliorare le modalità di spesa dell'Ente andando ad alleggerire i costi per i casalesi al momento in cui ci troviamo a spendere i loro soldi. Così come per la TARI, che altro non è che la suddivisione pro capite dei costi sostenuti per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani, nella ferma volontà di agire sul risparmio agendo proprio sui costi a monte, nello specifico abbiamo ritenuto valido rendere possibile l'utilizzo del metodo del compostaggio domestico, con un incentivo pari al 15% della tassa.
L'approvazione del bilancio è stata preceduta da due incontri a margine di Consigli comunali proprio per spiegare alla cittadinanza i punti e le necessità dell'Ente e le motivazioni alcune scelte. Inoltre domenica 12 p.v. alle 9,30 in Piazza De Lollis terremo un ulteriore incontro pubblico al fine di illustrare le norme che regolano le tasse sugli immobili e sulla raccolta dei rifiuti.
Tutto questo nel rispetto degli impegni presi in termini di trasparenza e soprattutto delle partecipazione al processo decisionale da parte della comunità. Ci auguriamo che per il prossimo bilancio ci sia possibile poter continuare questo percorso già iniziato sia i termini di utilizzo delle risorse che di tassazione.

Torna su
ChietiToday è in caricamento