Carcere, il ministro Orlando risponde all'interpellanza di Melilla

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha risposto stamane all'interpellanza del Deputato Sel/SI Melilla sulle preoccupanti problematiche che vessano la situazione delle carceri in Abruzzo.

Spiega Melilla in una nota stampa: "Il Ministero ha elaborato un piano d'azione nazionale per la prevenzione dei suicidi in carcere: scelta particolarmente importante in una Regione in cui vi sono ricorrenti suicidi, tentativi di suicidio, e centinaia di casi di autolesionismo gravi".

Inoltre, continua il Deputato Sel/Si: "Ho ribadito la necessità di destinare nuove risorse finanziarie per coprire i vuoti di organico nel personale penitenziario, dalla polizia agli educatori, dagli amministrativi alle professioni sanitarie. Vi è una complessità della popolazione carceraria con molti detenuti psichiatrici, tossicodipendenti e stranieri da affrontare in termini globali. Occorre investire nuove risorse per dare lavoro ai detenuti che attraverso un impegno professionale possono rieducarsi e avere un futuro di legalità quando usciranno dal carcere.L'efficacia delle misure alternative al carcere è un elemento strutturale di una nuova politica di esecuzione della pena su cui deve fondarsi il nuovo ordinamento penitenziario italiano".

"Negli istituti penitenziari abruzzesi la popolazione carceraria è di 1694 detenuti a fronte di una capienza regolamentare di 1587 posti detentivi. Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando nel rispondere alla mia interpellanza - conclude Melilla - ha annunciato l'esecuzione del nuovo padiglione per 200 posti nel Carcere di Sulmona con un investimento di 15.610.904 euro".

Torna su
ChietiToday è in caricamento