rotate-mobile
Politica Lanciano

"Gli addii non fermano il lavoro a servizio dei lancianesi": la capogruppo della Lega dopo l'uscita dal partito di vicesindaco e consiglieri

Paola Memmo annuncia che continuerà a rappresentare il partito in consiglio comunale: "Amareggiata dalla decisione degli altri, ma ognuno è libero di fare le proprie scelte"

"Proseguo serena e decisa, orgogliosa di continuare a rappresentare il mio partito nell'assise civica”. Così il capogruppo della Lega Lanciano, in consiglio comunale, Paola Memmo, dopo l'abbandono del partito da parte del vicesindaco Danilo Ranieri e di tre consiglieri comunali.

“Ho scelto la politica per servire la mia comunità ed è un valore inossidabile sul quale non esistono compromessi - scrive in una nota la Memmo, unica 'superstite' del Carroccio insieme all'assessore alle politiche sociali Cinzia Amoroso - Da capogruppo ho appreso solo dalla stampa la decisione dei transfughi di abbandonare il partito. Questo sì, mi lascia un po' di amarezza, ma ritengo che tra stimoli e risposte adeguate alla cittadinanza, ognuno sia libero di scegliere. Sin dall'inizio di queste dinamiche politiche ho preferito concentrare le mie energie sul governo della città, sulle istanze dei cittadini e dei nostri sostenitori”.

A Memmo e Amoroso ha confermato fiducia il segretario provinciale Maurizio Bucci, che ha invece definito una “brutta pagina per la politica lancianese” la fuga dei quattro trasnfughi dal partito.

“La Lega è il primo partito a Lanciano e in consiglio comunale proseguirà il suo lavoro di rappresentanza con un ascolto attento e con la produzione di atti amministrativi concreti. La priorità - conclude la capogruppo Memmo - resta sempre una sola: il bene della mia città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gli addii non fermano il lavoro a servizio dei lancianesi": la capogruppo della Lega dopo l'uscita dal partito di vicesindaco e consiglieri

ChietiToday è in caricamento