rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Politica Paglieta

Dopo la visita sgradita Campitelli replica al sindaco di Paglieta: "Da lui un grave scivolone istituzionale e mediatico"

L'assessore regionale sarebbe stato messo alla porta assieme al presidente Marsilio durante la visita in Municipio: "Graziani ha strumentalizzato la visita istituzionale per avere visibilità e ricordare che è candidato alle prossime elezioni regionali". Oggi dice di essere pronto a tutelarsi nelle sedi più opportune

"Dal sindaco Graziani una caduta di stile ed un cattivo esempio di come un amministratore pubblico dovrebbe comportarsi": arriva la replica dell'assessore regionale, Nicola Campitelli, dopo le dichiarazioni del sindaco di Paglieta, Ernesto Graziani, sulla visita svoltasi ieri pomeriggio insieme al presidente della giunta regionale Marco Marsilio.

"La visita di Marsilio si è svolta a Paglieta come in tutti gli altri appuntamenti istituzionali - chiarisce Campitelli - una iniziativa intrapresa sin dall’inizio del proprio mandato, finalizzato a visitare di persona ogni singolo Comune abruzzese. Appuntamento che si conclude con la tradizionale foto con il gonfalone del Comune, alla presenza degli amministratori comunali e regionali. La ricostruzione fatta dal sindaco Graziani è delirante e distorsiva della realtà. Anzi, con lo stesso sindaco c’è stato, inizialmente, un dialogo sereno, costruttivo ed anche goliardico". 

Graziani ha raccontato anche di essere stato minacciato all'assessore regionale in relazione a un presunto finanziamento da elargire: "Quanto attribuito alla mia persona appare manifestamente diffamatorio e calunnioso ed è per questo che mi vedrò costretto a tutelare la mia persona nelle sedi più opportune. In questi 5 anni abbiamo governato nell'interesse del territorio e dei cittadini abruzzesi senza guardare alle appartenenze dei sindaci. È evidente - sottolinea Campitelli - che proprio il sindaco ha strumentalizzato la visita istituzionale per avere visibilità e ricordare che è candidato alle prossime elezioni regionali. Proprio la mattina, negli uffici pubblici con i suoi leader di riferimento in orario lavorativo, ha presentato la sua candidatura. Conosciamo perfettamente le regole delle elezioni, già vinte la prima volta, nonché le regole della campagna elettorale, non ufficialmente ancora iniziata.
Il sindaco Graziani - chiude -  nell’esercizio delle funzioni pubbliche esercitate, rispetti le istituzioni, le persone ed eviti gravi scivoloni politici ed istituzionali".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la visita sgradita Campitelli replica al sindaco di Paglieta: "Da lui un grave scivolone istituzionale e mediatico"

ChietiToday è in caricamento