Politica

Brignano e la battuta sul Marrucino, Di Stefano: "Male informato"

Nei giorni scorsi a L'Aquila il comico romano durante uno spettacolo, tra le altre cose, aveva preso di mira il teatro Marrucino come esempio negativo di teatro rovinato, "con restauri a culo di gatto”. L'onorevole di F.I. interviene e se la prende anche con il capoluogo di regione

"Non so chi abbia informato Brignano sul restauro del Teatro Marrucino. Ci tengo comunque a rettificare che il restauro strutturale del teatro di Chieti è stato concluso nel 1972, quando lui aveva solo 7 anni. Evidentemente il comico dalle origini abruzzesi, molto bravo nella sua professione, si è fatto mal consigliare da qualcuno, facendo suo malgrado una pessima figura". A difendere il nome del teatro Marrucino dopo la battuta di Enrico Brignano arriva l'onorevole Fabrizio Di Stefano (F.I.).

Nei giorni scorsi a L'Aquila il comico romano durante uno spettacolo, tra le altre cose, aveva preso di mira il teatro Marrucino come esempio negativo di teatro rovinato, "con restauri a culo di gatto”. Ora Di Stefano ne fa una questione politica e se la prende anche con il capoluogo di regione. "Posso anche immaginare chi lo abbia disinformato, probabilmente qualcuno di quelle troppe persone che a L'Aquila hanno fatto della cultura non un'arte, ma uno strumento per vivere e, che in virtù di questo, hanno lavorato per isolare dal resto della regione il nostro capoluogo, pur di non perdere la centralità che, per questo qualcuno, è pane quotidiano. Chi fa veramente cultura - prosegue Di Stefano  -  dovrebbe imparare che non è screditando gli altri che si vince o si appare più belli, tanto più se per farlo bisogna anche mentire. La sinergia di un intero territorio è l'unica arma vincente per tutte le piccole realtà locali. Per fortuna la maggioranza degli aquilani è di tutt'altra pasta, ma se questi soggetti non vengono isolati, il danno non l'avrà chi riceve l'offesa, ma il capoluogo di regione stesso".

DI PRIMIO: 'ASPETTO BRIGNANO AL MARRUCINO'  Sull'episodio Brignano il consigliere comunale Bruno Di Paolo (Giustizia Sociale) aveva chiesto di fare chiarezza e di difendere il buon nome del Marrucino. Il sindaco Di Primio ha invitato tramite un post su Facebook il comico a Chieti. "Aspetto Brignano al Marrucino - ha scritto - così potrà vedere quello che si è fatto e magari farci sorridere senza parlarci dei lavori (inesistenti) fatti altrove"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brignano e la battuta sul Marrucino, Di Stefano: "Male informato"

ChietiToday è in caricamento