menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilancio di previsione 2015, Bruno Di Paolo: “Lacrime e sangue per la città”

Tagli per almeno 10 milioni di euro e aumenti significativi del costo di alcuni servizi come acqua e mense scolastiche nel bilancio d previsione 2015 approvato dalla giunta comunale di Chieti. E il capogruppo di Giustizia Sociale attacca

Tagli per almeno 10 milioni di euro e aumenti significativi del costo di alcuni servizi come acqua e mense scolastiche nel bilancio d previsione 2015 approvato dalla giunta comunale di Chieti. Questo, almeno, è quello che sembra stia per accadere da qui a tre mesi, pena il dissesto. E arriva l’attacco di Bruno Di Paolo, capogruppo di Giustizia Sociale: “Se le cifre che rimbalzano da settimane in città verranno confermate saremo di fronte ad un bilancio di lacrime e sangue – dice - considerando che arriveranno ulteriori tagli verticali che minacciano di mandare ancora più in difficoltà il capoluogo teatino già bloccato, da anni, da politiche sbagliate”.

Il consigliere Di Paolo parla anche di un debito da oltre 27 milioni di euro contratto dal Comune e accertato dai revisori dei conti. “L’amministrazione Di Primio ha annunciato che spalmerà il debito nei prossimi trent’anni di gestione finanziaria – spiega ancora Di Paolo - ma a pagare saranno sempre e solo i cittadini. Leggo che il sindaco ha dichiarato che molti debiti sono stati ereditati. Bene, che iniziasse a fare finalmente i nomi ed i cognomi di coloro che hanno distrutto Chieti, magari anche con qualche segnalazione agli organi di giustizia. Non è possibile continuare a gestire la cosa pubblica in questo modo – conclude - In commissione ed in consiglio farò battaglia sul bilancio affinché questo stato di cose possa finalmente cambiare nell’interesse di tutti”.  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento