menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvazione bilancio 2015, Di Paolo: "Sarà l'ennesima forzatura"

Lo schema del bilancio di previsione 2015 tra i punti all'ordine del giorno del consiglio comunale, martedì 6 ottobre. Per il consigliere di Giustizia Sociale “l’amministrazione comunale si renderà protagonista dell’ennesima forzatura in tema di bilancio”

Il bilancio annuale di previsione per l’esercizio finanziario 2015 è uno dei punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di martedì 6 ottobre (inizio ore 8,30). Il consigliere di opposizione Bruno Di Paolo (Giustizia Sociale) interviene con una nota: “La giunta Di Primio si appresta a licenziare un bilancio di previsione pesantemente osservato dal collegio dei revisori dei conti – dice -  Parliamo dei proventi acquedotto e proventi fognature 2013-2014 con accertamenti sovrastimati rispetto alla bollettazione della Teate servizi, del debito verso l’Aca spa risultata sottostimato nei bilanci di previsione 2012-2013-2014, alle riserve espresse in ordine all’attendibilità delle entrate, che, di fatto, marcano i contorni di un bilancio assolutamente non veritiero rispetto alla reale situazione economica dell’amministrazione comunale di Chieti. Spero nel buon senso dei consiglieri di maggioranza ai quali verrà chiesto di votare un provvedimento, di fatto, illegittimo”.

Di Paolo sottolinea anche il ritardo con cui lo schema del bilancio di previsione arriva in consiglio. “Non a caso – ricorda - sindaco, giunta e consiglio sono stati diffidati dal segretario generale dell’ente a licenziare in fretta e furia un bilancio di previsione 2015 che è stato osservato in otto punti dal nuovo collegio dei revisori dei conti composto da professionisti nominati a sorte dalla prefettura. Ma per il centro destra questi ammonimenti non contano e si pensa soltanto a gravare i cittadini di tasse spropositate: è il caso dei ruoli idrici, rincarati del 10%. Ci sono teatini - attacca Di Paolo, che promette battaglia in Consiglio - che pagheranno più del doppio rispetto allo scorso anno per mera incapacità di chi regge, da cinque anni a questa parte, il governo comunale”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento