A Vasto aumentano le tariffe Tari, 5 stelle: "Favorita la società Pulchra"

I pentastellati accusano l'amministrazione di centrosinistra di aver favorio economicamente la società partecipata Pulchra (con il 49 per cento di capitale privato), a discapito del consorzio Civeta, pubblico, "fino a portarlo al dissesto economico e al commisariamento

5 stelle contro la giunta Menna, a Vasto, sulla gestione dei rifiuti urbani. I pentastellati, in particolare, accusano l'amministrazione di centrosinistra di aver favorio economicamente la società partecipata Pulchra (con il 49 per cento di capitale privato), a discapito del consorzio Civeta, totalmente pubblico, "fino a portarlo al dissesto economico e al commisariamento. Una storia di figlia - puntano il dito - e figliastra, cui va messa la parola fine, adottando politiche di reiquilibrio tariffario e di sana e imparziale gestione delle due aziende. Il sindaco Menna ci dica come intende procedere". 

Ma cosa accade a Vasto sul fronte rifiuti? A partire dal 1° gennaio 2017, sono previsi aumenti sulle tariffe praticate dal Civeta di circa il 25 per cento. Aumenti che, per i 5 stelle, potrebbero essere evitati. Il gruppo consigliare, infatti, aveva proposto di utilizzare gli utili derivanti al Comune dall Pulchra, pari a circa 300mila euro, e i proventi derivanti dalla lotta all'evasione della Tari, ossia circa 250mila euro, per ridurre le aliquote a carico dei cittadini e delle imprese. "Queste proposte - dicono i 5 stelle - sono state respinte con argomenti pretestuosi e ci impegniamo quindi a ripresentarle quando sarà discussa in consiglio comunale la Tari per il 2017". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli aumenti previsti sono stati adottati da un commissario, che attualmente si occupa di una società partecipata dal Comune. "Cosa ha fatto l’amministrazione di Lapenna per evitare il dissesto economico di una società partecipata al 44%?", si chiede il Movimento 5 stelle. E ancora, "Cosa ha fatto l’amministrazione Menna per riportare il Civeta all’ equilibrio economico? Non ci sembra che la parola Civeta sia stata inserita nel programma elettorale del sindaco Menna, né nel più recente Dup (Documento unico di programmazione 2017-2019 ), come a dire “il Civeta non è un problema per Vasto”. In realtà - accusano - il Civeta è stato stritolato dall’ azione combinata di una gestione dissennata e di tariffe eccessivamente basse a favore dei Comuni consorziati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una bimba abruzzese disegna il nuovo peluche venduto da Ikea

  • Negozio di abbigliamento cerca personale per imminente apertura al Megalò

  • VIDEO - Facevano acquistare alla Asl protesi a prezzo gonfiato: quattro persone arrestate e 2 medici sospesi

  • Firmato il nuovo Dpcm: tutti i divieti e le restrizioni in vigore per un mese

  • Serve clienti al bancone dopo le 18: barista sanzionato dai carabinieri

  • Il Comune di Chieti procede con le assunzioni: 12 figure entro fine anno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento