Aumento pedaggi A24 e A25, D'Alfonso si espone: "Rivedere le concessioni"

Il presidente della Regione Abruzzo interviene all'emittente televisiva Rete8 sulle polemiche di queste ultime ore e afferma: "C'è bisogno di un intervento normativo e amministrativo che fissi a non oltre il 2% il tetto dei rincari annuali"

Luciano D'Alfonso

"C'è bisogno di un intervento normativo e amministrativo che riveda i termini della concessione e fissi a non oltre il 2% il tetto degli aumenti annuali".

Così il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, intervenendo all'emittente televisiva Rete8 sulla vicenda dell'aumento, pari al 12,89%, dei pedaggi di A24 e A25, le due autostrade che collegano Chieti e il resto dell'Abruzzo con il Lazio.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi dobbiamo lavorare per fare in modo che l'indice di aumento annuale, che serve a coprire le spese del personale, degli investimenti e del canone di concessione, trovi una rivisitazione attraverso un intervento che - ha concluso il Governatore - sia anche normativo, soprattutto a favore dei pendolari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento