Assistenti tecnici in Regione, Marcozzi (M5s): “Dopo tre mesi nessuna valutazione dei candidati”

La consigliera pentastellata critica la "gestione approssimativa" di alcune pratiche di reclutamento di personale all’interno delle strutture regionali

La consigliera regionale del Movimento 5 stelle, Sara Marcozzi ha presentato un’interpellanza per avere delucidazioni sulla questione del reclutamento di consuletnti all'assistenza tecnica nelle strutture della Regione.

“La lentezza e l’inezia con cui questa giunta guida l’Abruzzo - ha detto Marcozzi - è rappresentata dalla gestione approssimativa di alcune pratiche di reclutamento di personale all’interno delle strutture regionali. In particolar modo mi riferisco all’individuazione di consulenti nell’assistenza tecnica per l’attuazione di servizi e interventi sociali innovativi e programmi speciali di cui al Piano Sociale Regionale Abruzzo 2016/2018. A più di tre mesi di distanza dalla chiusura delle candidature per il reclutamento di nuove figure (data limite fissata al 10 febbraio scorso) non è ancora partita nessuna procedura valutativa dei candidati, e men che meno un piano per la contrattualizzazione di quelli ritenuti idonei. È una carenza molto grave, che impedisce agli uffici di lavorare a pieno regime, come dovrebbe invece succedere in qualsiasi istituzione che fornisce servizi ai cittadini. Per questo ho depositato un’interpellanza in modo da avere spiegazioni dal Presidente della Regione Marsilio, e capire se ritiene accettabile l’immobilismo in cui si trovano aree dell’Istituzione che lui stesso dovrebbe controllare in ogni sua parte”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un tema quello dell'assistenza tecnica che per la consigliera pentastellata "è di vitale importanza per alcune strutture della Regione dal momento che molti uffici sono sotto organico. Non solo, ma oltre al danno che si crea all’Ente nel suo complesso, vengono danneggiati anche tutti quei giovani professionisti per i quali, questo tipo di opportunità, rappresentano l’unica fonte di reddito possibile. Aprire un bando e poi far trascorrere mesi e mesi senza fare una valutazione dei candidati, è un segnale pessimo che la Regione dà all’esterno".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coprifuoco anche in Abruzzo? Marsilio: "Sì, se necessario"

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

  • Concorso al Mibact: pubblicati gli avvisi per la formazione delle graduatorie, in Abruzzo 21 posti

  • Coronavirus a Chieti: 2 casi positivi e 7 persone in isolamento

  • Capodanno in autogrill a Brecciarola: l’evento diventa virale anche in Abruzzo

  • La resa dei conti nel centrodestra è arrivata: Febbo non è più assessore regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento