Dopo l'esposto di Raimondi e Febo, il Comune rassicura: "A breve il bando per la raccolta dei rifiuti"

I due consiglieri di minoranza si sono rivolti all'Anticorruzione. E l'assessore Bevilacqua spiega perché si sono rese necessarie tre proroghe del servizio

Sarà pubblicato a breve il bando per il servizio di raccolta dei rifiuti urbani, a Chieti. Lo chiarisce l'assessore all'Ambiente e all'Igiene urbana, Alessandro Bevilacqua, spiegando perché il servizio sia stato prorogato per la terza volta, come denunciato pochi giorni fa dai consiglieri di opposizione Enrico Raimondi e Luigi Febo, che hanno annunciato di rivolgersi all'Autorità nazionale anticorruzione.

Prima di ripercorrere i fatti che hanno determinato le diverse proroghe, Bevilacqua specifica che “il servizio di igiene urbana, in quanto servizio essenziale, non può essere interrotto". Ed è per questo che il 29 dicembre 2016 è stato prorogato l'affidamento, per non interrompere un servizio ai cittadini. Così, quando a ottobre 2015 scade il contratto, l'allore dirigente Giuseppe La Rovere determina di indire la gara di afiddamento del servizio. Tuttavia, quella determinazione dirigenziale non è esecutiva, perché vincolata dall'approvazione del bilancio. Il serivzio di raccolta rifiuti viene così proroato di due mesi, fino al 31 dicembre 2015.

Il nuovo dirigente viene nominato ad interim, con decreto sindacale, il 20 ottobre 2015. Ma non ci sono i tempi necessari per bandire la gara del successivo affidamento, così, per la seconda volta, il servizio viene prorogato, questa volta fino al 31 dicembre 2016, "anche in virtù - spiega Bevilacqua - dei nuovi atti di indirizzo da recepire negli atti di gara che l’amministrazione comunale ha ritenuto opportuno fornire".

Il 22 marzo 2016 la giunta delibera di dar mandato al dirigente competente di procedere all'affidamento del servizio per sette anni più uno di proroga. Contemporaneamente, fornisce gli indirizzi per lo svolgimento del servizio, "tra cui - specifica l'assessore - le riunioni volte a migliorare la qualità del servizio stesso, svoltesi per buona parte dell’anno con amministratori di condominio, associazioni di categoria e rappresentanti del mondo della scuola. Dopodiché, ad aprile dell'anno scorso entra in vigore il nuovo Codice degli appalti, che modifica notevolmente la normativa. Ecco perché, dunque, l'ulteriore proroga di un anno.

"La durata della proroga avrà effetto fino al 31 dicembre 2017 - puntualizza Bevilacqua - salvo recesso anticipato per l’aggiudicazione della nuova gara prima di tale termine. Dodici mesi sono, altresì, motivati anche dal fatto che, per stipulare convenzioni con i Consorzi di filiera, è necessario che il contratto abbia durata almeno annuale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Accoltellata nel cortile di casa a Francavilla: non ce l'ha fatta Aliona Oleinic

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

  • Pensionato a spasso col cane trova un chilo e mezzo di eroina nel parco

Torna su
ChietiToday è in caricamento