Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Approvato il bilancio di previsione a Guardiagrele, tassa sui rifiuti ridotta per le attività colpite dal Covid

La redazione del bilancio di esercizio partiva con uno squilibrio finanziario di circa 300 mila euro, perché sono stati rideterminati gli importi di tutte le entrate ritenute sovrastimate in passato

Il consiglio comunale di Guardiagrele ha approvato il bilancio di previsione 2021-2023, sulla base dello schema adottato dalla giunta comunale il 20 aprile scorso.

In aula, l'assessore al Bilancio Pierluigi Dell’Arciprete ha spiegato che in queste ore si sta lavorando per procedere ad una riduzione della tariffa della tassa rifiuti per le attività economiche che hanno subito le conseguenze economiche della pandemia. 

Alcune risorse sono state già individuate nelle disponibilità comunali; a queste si aggiungeranno quelle stabilite dal Governo nel decreto Sostegni bis e che saranno ripartite tra tutti i Comuni italiani entro i prossimi 30 giorni. Nello specifico, come analizzato dall’assessore dell’Arciprete, la redazione del bilancio di esercizio partiva con uno squilibrio finanziario di circa 300 mila euro, perché sono stati rideterminati gli importi di tutte le entrate ritenute sovrastimate in passato e dunque di difficile realizzazione, prima fra tutti l’addizionale comunale ridotta di 180 mila euro da cui deriva una sensibile diminuzione delle risorse a disposizione.

"In un momento storico di rilevante difficoltà come questo - commenta Dell’Arciprete - massima attenzione è stata prestata al settore sociale, mantenendo inalterati tutti i servizi essenziali a tutela delle persone in difficoltà, famiglie e disabili. È stato scongiurato il taglio al sociale di circa 130 mila euro, che la passata amministrazione aveva previsto per coprire la rata del mutuo contratto per il palazzetto dello sport, il cui valore complessivo, di circa 170 mila euro annui pesa sulle casse dell’ente. È bene ricordare che il valore complessivo del mutuo è di circa 2 milioni e mezzo di euro".

"Nel redigere il bilancio - aggiunge - abbiamo dovuto individuare risorse per oltre 300 mila euro annui per affrontare un altro problema lasciato irrisolto: la precedente giunta non aveva stanziato fondi per l’appalto della pubblica illuminazione per le annualità 2020 e seguenti. I costi per il servizio sono aumentati di circa 70 mila euro annui". 

Inoltre, tutte le tasse e le tariffe dei vari servizi sono rimaste invariate, ad eccezione della mensa che, da un lato, ha subito un aumento di 10 centesimi, dall’altro la riduzione della tariffa del 20% per il secondo figlio frequentante la scuola primaria. In generale, il costo dei servizi viene coperto per circa la metà con fondi propri del Comune.

"Per garantire gli equilibri di bilancio - conclude il sindaco Donatello Di Prinzio - la giunta ha ridotto le proprie indennità. In più, sono in corso le procedure concorsuali sulla base del piano del personale approvato dalla attuale giunta, che consentirà di riorganizzare l’Ente e sopperire alla mancanza di figure importanti, derivante da scelte adottate dalla passata amministrazione. Abbiamo approvato il Bilancio di previsione, dunque, e la giunta e gli uffici sono già al lavoro per chiudere il Rendiconto 2020 un lavoro importante svolto attraverso una puntuale analisi delle varie voci di bilancio, con particolare attenzione a molte di esse che presentano delle zone d’ombra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il bilancio di previsione a Guardiagrele, tassa sui rifiuti ridotta per le attività colpite dal Covid

ChietiToday è in caricamento