rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Il consiglio comunale dice sì all'aumento della tassa sui rifiuti

Delibera approvata con i soli voti della maggioranza: l'opposizione abbandona l'aula dopo la bocciatura di una pregiudiziale che chiedeva conto di alcune fatture per costi extra

Con 18 voti favorevoli, il consiglio comunale ha approvato le nuove tariffe della tassa sui rifiuti. La delibera doveva essere discussa giovedì pomeriggio, ma la seduta è andata deserta per mancanza del numero legale ed è slittata a oggi, in seconda convocazone. 

Il sì è arrivato alla fine di una mattinata intensa, iniziata con l'approvazione della modifica al regolamento sull'imposta unica comunale e terminata, intorno alle 13.30, con i soli voti della maggioranza. L'opposizione, infatti, era uscita in blocco, dopo la bocciatura alla pregiudiziale presentata dal gruppo Chieti. Da Capo. Nella proposta, appoggiata anche dagli altri consiglieri di minoranza, si chiedeva di visionare le fatture relative a costi extra per cui Formula Ambiente ha battuto casa al Comune, derivanti da servizi fuori contratti. A chiarire la questione è stato il funzionario Luca Franceschini, che ha fatto le veci del dirigente del V settore Paolo Intorbida, assente perché in ferie: ha spiegato infatti che le fatture non esistono e che i costi extra derivano dal fatto che i rifiuti teatini non sono stati conferiti nell'impianto Civeta indicato dalla Regione, perché ormai saturo. Così, per lo smaltimento è stato scelto un altro impianto, con costi raddoppiati.

Proprio l'assenza del dirigente Intorbida, però, ha creato qualche malumore: in commissione Bilancio, infatti, erano emersi alcuni errori nella delibera da sottoporre al consiglio e, secondo quanto raccontato dai consiglieri, l'ingegnere si era impegnato a modificarla prima della seduta di oggi. Così però non è stato e per sistemare i refusi è stata necessaria una sospensione per presentare un emendamento con le correzioni. 

Bruno Di Paolo (Giustizia Sociale), ha proposto la sospensione di qualche ora, per studiare la delibera modificata, ma la sua richiesta è stata bocciata. A quel punto, tutti i consiglieri di minoranza sono andati via.

Prima che l'opposizione abbandonasse l'aula, era stato approvato l'emendamento di Diego Costantini (Gruppo Misto), presentato uguale anche da Luigi Febo (Chieti per Chieti), per aumentare da cinque a tre le rate in cui poter dilazionare il pagamento della Tari. 

È stato invece respinto l'emendamento di Bruno Di Paolo (Giustizia Sociale), per chiedere una riduzione del 65% ai cittadini residenti in contrada Casoni. Al consigliere, il sindaco Umberto Di Primio ha risposto che la zona non fa più parte di "area disagiata", perché le analisi dell'Arta hanno riscontrato valori nella norma. Alla fine, la proposta è stata bocciata con 12 voti favorevoli e 13 contrari. 

Ma Di Paolo non ha accettato la risposta del primo cittadino e, insieme al segretario cittadino di Giustizia Sociale, Andrea Iezzi, ha commentato al vetriolo, definendo "paradossale" il suo commento: 

Dando l'ordine alla propria maggioranza di votare contro l'emendamento presentato da Bruno Di Paolo in consiglio comunale, il sindaco ha confermato ancora una volta di guidare l'amministrazione con arroganza e presunzione e, soprattutto, di essere distante anni luce dai problemi dei cittadini. Di Primo, al posto di chiudersi a riccio su una proposta di marcato significato di attenzione sociale verso gli abitanti di un quartiere che, evidentemente, continua a reputare di serie B, farebbe bene a spiegare agli abitanti del quartiere Brecciarola le cause che, da oltre due anni, stanno marcando fortemente l’inerzia dell’amministrazione comunale, palesemente e, inspiegabilmente, incapace di dare seguito e concretezza ai lavori di “Riqualificazione della viabilità di Bivio Brecciarola”, individuati ed elencati nella mozione votata e approvata consiglio comunale nella seduta del 29 luglio 2016 e coperti finanziariamente dalla somma di 300 mila euro, derivante dalla transazione del Comune di Chieti con la Deco spa. E, intanto, i cittadini di Brecciarola attendono pazientemente...

Le interviste

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio comunale dice sì all'aumento della tassa sui rifiuti

ChietiToday è in caricamento