Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

I consiglieri si riducono il gettone, sì ai parcheggi gratis per lo shopping natalizio ma con qualche polemica

Taglio del 7% che sarà devoluto a iniziative sociali; la sospensione delle strisce blu piace, ma con dei miglioramenti

È stata approvata all'unanimità dal consiglio comunale di questa mattina la riduzione del gettone di presenza dei consiglieri comunali, che passa da 92,96 euro a 80, come accadeva già nella precedente consiliatura.

Una riduzione del 7%: la somma non incassata sarà versata nel conto corrente Chieti Sostiene, istituito per la solidarietà. 

Soddisfatto il gruppo consiliare della Lega: 

La riduzione del compenso dei gettoni di presenza dei consiglieri, votato finalmente stamattina in consiglio comunale, è un atto concreto di moralizzazione che nasce dall’azione responsabile dei gruppi di centro destra che presentarono e videro approvata una mozione in tal senso nella precedente seduta per ovviare, con questo atto, a quell’ inopinata scelta che fece la Giunta ad inizio legislatura. 

Quello di oggi è un atto concreto che auspichiamo al più presto anche la Giunta adotti per quanto di propria competenza, correggendo così la pessima iniziativa che fece ad inizio consiliatura, aumentando la propria indennità e causando di conseguenza anche quella dei consiglieri comunali. A tutt’oggi però al di là  di una dichiarazione d’intenti, fatta più che altro per mettere una pezza alla brutta figura rimediata, non è ancora stato fatto nulla in tal senso. Siamo fiduciosi che, dopo questo atto odierno, anche la Giunta con un analogo atto concreto e non con dichiarazione di intenti, si attivi.  

Il riferimento è alla delibera con cui la giunta aveva fissato le indennità di sindaco e assessori, che un mese fa aveva fatto scoppiare la polemica. Le somme previste nel documento, infatti, erano superiori del 7% rispetto a quelle dei predecessori. Ma, subito dopo, Diego Ferrara aveva chiarito che quel plus sarebbe stato destinato al sociale. 

Al momento, però, la destinazione di quel 7% in più non è ancora stata chiarita e nel corso dell'assemblea virtuale ne ha chiesto conto anche il consigliere di Forza Chieti Maurizio Costa. 

Il consiglio ha approvato anche l’ordine del giorno dei gruppi Chi ama Chieti e Chieti c'è, che prevede di sospendere il pagamento dei parcheggi per le intere giornate prefestive (24 dicembre e 5 gennaio) e per i sabati del periodo natalizio (19 dicembre e 2 gennaio) in alcune strade del Colle e dello Scalo, per favorire il commercio. 

Il provvedimento, pur condiviso dalle altre forze politiche, ha destato alcune perplessità, come nel caso del consiglieri di Chieti Viva Giampiero Riccardo, che ha invitato a riflettere su come, questa proposta, "potrebbe rivelarsi un autogol come la sospensione delle ztl".

"L'idea - commenta - è un buon punto di partenza per rilanciare il commercio cittadino. Ma la mozione così come predisposta rischia di essere un clamoroso autogol fatto ai danni degli stessi commercianti. La sospensione del pagamento del parcheggio in quei giorni, in zone ad alta densità abitativa, crea una una fascia oraria gratuita di complessive 64 ore che potrebbe legittimare la ‘sosta lunga’ e non quella momentanea dello shopping natalizio". 

Il consigliere ha proposto così di prevedere l'uso del disco orario, disciplinando la sosta a un massimo di due ore: "La rotazione nell'utilizzo dei parcheggi - dincalza - è l'unico modo per garantire al maggior numero di persone di godere di spazi di sosta e favorire davvero gli utenti degli esercizi commerciali. Grave anche esclusione di piazza Garibaldi dalla sosta gratuita: di fatto si dichiarano commercianti di serie B tutte le attività di Porta Sant’Anna, via Arniense e piazza Matteotti". La stessa osservazione era stata sollevata da Mario De Lio (Udc). 

Il consiglio ha approvato anche l’ordine del giorno di Barbara Di Roberto (Pd) sulla riapertura della stanza rosa dedicata alle donne vittime di violenza; quello di Luca Amicone (Movimento 5 stelle) sull’accessibilità universale; alla mozione di Silvia Di Pasquale (Chi ama Chieti) per l’istituzione di un garante dei diritti dei disabili e a quella del gruppo La Sinistra per salvaguardare il personale in servizio alla Soprintendenza. Respinta la mozione di De Lio (Udc) sul ripristino dell’illuminazione di Vallone Fagnano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I consiglieri si riducono il gettone, sì ai parcheggi gratis per lo shopping natalizio ma con qualche polemica

ChietiToday è in caricamento