Politica

Ortona, confermata l’istituzione delle colonie feline

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nonostante i molti temi caldi all'ordine del giorno hanno impegnato il dibattito del Consiglio, in particolare i temi ambiente e Punto Nascite, si è fatta sentire dai cittadini presenti la risposta del Sindaco D'Ottavio all'interrogazione avanzata dal Consigliere Tommaso Coletti circa la notizia di una strage di gatti nel parcheggio adiacente l'IPER di Ortona per fatti che hanno visto la morte di sei gatti oggetto di indagine da parte della Procura di Chieti.

Il Sindaco D'Ottavio si è impegnato formalmente a istituire immediatamente le colonie feline, come previsto dalla legge e come la L.I.D.A. chiede ormai da anni.
Nel corso del proprio intervento, il Consigliere Tommaso Coletti ha evidenziato le tensioni che si sono determinate tra i cittadini di Ortona e dintorni e la direzione dell'Iper, chiedendo al Sindaco «di procedere secondo la legge 47/2013 a fare il riconoscimento delle colonie feline sul territorio; …. se poi la ASL dice che la colonia felina non può stare al parcheggio dell'Iper bisogna delocalizzarla, ma se vi può stare, tanto meglio».

Al Sindaco ha poi chiesto anche «…qualcuno che faccia chiarezza su questa vicenda, per dire» - che - «….da oggi in poi cercheremo di tutelare anche gli animali così come tuteliamo i cittadini di Ortona, perché ci sono dei cittadini che questa vicenda l'hanno vissuta in una maniera veramente sconvolgente» - e riferendosi alla raccolta firme avviata dalla L.I.D.A. e alle centinaia di mail di protesta pervenute ai Consiglieri, ha proseguito - «…perché se voi leggete nel merito quei messaggi, molti hanno scritto "vergognatevi", a tutti, non al Sindaco, "vergognatevi". Da tutta Italia! E allora, anche per ristabilire una immagine di questa Città, sarebbe opportuno rispondere a queste email» - ha puntualizzato - «….anche dal Comune per dire che si procederà al riconoscimento delle colonie feline, perchè questa Città non può essere additata come una Città che è nemica degli animali».

Ha poi osservato che «su questa vicenda è stata tirata in ballo la L.I.D.A. », ed ha puntualizzato che «la L.I.D.A. non c'entra niente, nel senso che la L.I.D.A. ha una convenzione con il Comune di Ortona per quanto riguarda la gestione del canile», mentre « ….alla L.I.D.A. va fatto un ringraziamento perché si è occupata dei gatti in maniera volontaristica, non avendo nessun compito istituzionale per fare quel che ha fatto in passato…», e «…sarebbe opportuno far occupare la L.I.D.A. anche dei gatti, ma bisogna iscriverlo in convenzione e bisogna fare alla stessa qualche operazione di "ritocco"».
Ha quindi concluso affermando che «…a Chieti, a L'Aquila, a Pescara, ovunque si parla di questa vicenda e chiunque chiede di essa, e non mi pare una vicenda di poco conto per una cittadina che vuole fare turismo».

Nella sua risposta, il Sindaco D'Ottavio ha a sua volta affermato che «la L.I.D.A ha fatto bene a sollevare questo problema, ha fatto tanto bene in questi anni e ha in itinere altre idee su cui vuole cimentarsi e che vuole realizzare» e ha preso un preciso impegno dichiarando al Consiglio che «..siccome me ne occupo pure io di questa questione, dovremo sicuramente istituire delle colonie feline; è una cosa molto semplice e io credo che noi possiamo da subito, davvero, questo è il messaggio che va dato alla Città questa sera, istituire le colonie feline. Avremmo già dovuto farlo e per una serie di motivi non si è fatto, però provvederemo subito».

«Siamo soddisfatti per gli impegni assunti dal Sindaco» - dichiara la presidente dell'Associazione - «ci attendiamo ora che anche a Ortona siano davvero applicate le leggi in materia di protezione animale e dato un seguito alle decine di domande di istituzione di colonia felina che da anni giacciono nei cassetti polverosi del Comune.
Mai più qualcuno dovrà permettersi di pensare di poter "scacciare" "togliere" "bonificare" dei gatti liberi, sono pensieri e azioni brutali e indegne per una società civile.
Gli apprezzamenti per il nostro lavoro e le attestazioni di stima che abbiamo sentito ci dicono che stiamo agendo bene, prestando la nostra opera di volontariato al servizio degli animali e della città, e ci confermano che le voci dei nostri detrattori, per non dire calunniatori, sono solo frutto di interessi che nulla hanno a che vedere con l'amore per gli animali».

La Lega italiana dei diritti dell'animale Sezione di Ortona si occupa da ottobre 2012 del Canile comunale, dove prestano la propria opera anche volontari qualificati come educatori cinofili, istruttori cinofili e guardie zoofile, e si adopera costantemente da anni sul territorio per la prevenzione del randagismo e degli abbandoni.
Nelle prossime settimane saranno avviati i nuovi progetti di terapia assistita dagli animali (pet therapy), di collaborazione con l'Ufficio pene alternative del Tribunale di Pescara, di formazione nelle scuole elementari e di educazione al rapporto con il cane con manifestazioni di mobility dog in piazza.
Un ringraziamento va a chi ci sostiene da sempre e a chi si è avvicinato alla L.I.D.A. e al canile negli ultimi mesi, tanto che il numero degli iscritti è molto aumentato.

https://www.youtube.com/watch?v=JWS-oXhNra4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ortona, confermata l’istituzione delle colonie feline

ChietiToday è in caricamento