menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Twitter

Foto da Twitter

Scaricato da Forza Italia, Razzi va a fare l'osservatore alle elezioni in Azerbajgian

L'ex senatore di Giuliano Teatino ha diffuso sui social network le sue fotografie in giro per Baku: "Magari l'avessimo noi", ha raccontato

Dopo la delusione per essere stato scaricato da Forza Italia, che non lo ha ricandidato alle ultime elezion politiche, l'ex senatore di Giuliano Teatino Antonio Razzi non si è perso d'animo. Ed è volato in Azeirbaijan, con le delegazioni di osservatori internazionali per le elezioni presidenziali.

"Qui è andato tutto bene. Ho controllato vari seggi elettorali, c'è stata grande partecipazione al voto, anche con molte donne'', ha commentato Razzi. E, sui social network, non ha esitato a pubblicare fotografie in cui si è goduto la città di Baku da turista. 

''Ci sono parlamentari da quasi tutta l'Europa, alcuni parlamentari del Parlamento Europeo, alcuni parlamentari regionali, e una grande delegazione di italiani - ha raccontato - ne siamo circa una trentina, sia da Torino, sia dal Trentino, da Bolzano. Di abruzzesi ero l'unico presente. Posso dire che non è vero quello che dicono, e poi Baku è la carta da visita, una città meravigliosa. Magari l'avessimo noi una città così". Le urne hanno riconfermato il presidente Aliyev Ilham.

Antonio Razzi non è nuovo a viaggi internazionali: frequenti le sue missioni in Corea del nord, al punto che, meno di un anno fa, si offrì di fare da mediatore tra il Paese asiatico e gli Stati Uniti. Un anno fa, un volo cancellato aveva bloccato la delegazione di cui faceva parte a Pyongyang

razzi azerbaijan-2 Razzi Adzjeirbajan-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento