rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Affitti da pagare nonostante l'università sia chiusa: il grido d'allarme delle famiglie degli studenti fuorisede

Il Partito Democratico chiede alla Regione di stanziare un fondo per aiutare a saldare i canoni di locazione per i mesi in cui non ci sono state lezioni

Da quasi 3 mesi, non possono frequentare i corsi universitari, né usufruire dei servizi del campus o studiare in biblioteca. Eppure, gli universitari fuorisede iscritti negli atenei abruzzesi e in particolare alla d'Annunzio, il più popolato della nostra regione, continuano a pagare i canoni di locazione degli appartamenti regolarmente affittati. 

Nessun provvedimento del Governo o della Regione, infatti, ha disposto la sospensione degli affitti per gli inquilini. E centinaia di famiglie, che hanno subito la grave crisi economica causata dalla pandemia da Coronavirus, ora non riescono più ad affrontare questa spesa, tanto più che, in molti casi, i ragazzi non si trovano neppure nelle case universitarie. 

Il Partito democratico della provincia di Chieti chiede dunque alla Regione di impegnarsi ad assicurare un contributo alle famiglie in difficoltà, stanziando un fondo ad hoc. 

"La situazione è grave - commentano gli esponenti del Pd chietino - e questo tema deve essere affrontato con priorità e con la massima attenzione che il mondo universitario merita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitti da pagare nonostante l'università sia chiusa: il grido d'allarme delle famiglie degli studenti fuorisede

ChietiToday è in caricamento