Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Abruzzo in zona arancione, Il Movimento 5 Stelle contro Marsilio: "Crea confusione"

La parlamentare Torto e i consiglieri regionali pentastellati attaccano il presidente della Regione

Il Movimento 5 Stelle compatto contro il presidente della Regione Marco Marsilio. La parlamentare Daniela Torto sulla decisione del governatore di firmare l'ordinanza per il passaggio nella zona arancione spiega che "c’è da constatare, amaramente, che il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio forse non si rende conto dello stato di confusione che crea nel cittadino con ordinanze non sincroniche alle norme e alle decisioni delle istituzioni nazionali".

Il motivo per la parlamentare sta nel fatto che "a ppena si è diffusa la notizia della nuova ordinanza, criptica nel suo contenuto, sono stata contattata da moltissimi cittadini che chiedevano, giustamente, quale comportamento avrebbero dovuto assumere da domani.  Davvero non si riesce più a capire se il Governo della Regione Abruzzo è in totale stato confusionale oppure è guidato da una ostinata strategia propagandistica contro il Governo, con decisioni prese in totale contrapposizione!”

La parlamentare chiede a Marsilio di spiegare "che senso ha questo agire che sta provocando solo dubbi tra i cittadini, ma che comporterà anche tante problematiche da risolvere nell’applicazione delle norme sugli spostamenti, sulle aperture e chiusure delle attività nonchè sui ristori." “Si sta giocando sulla pelle dei cittadini e sulla emotività di tutti noi. Siamo tutti stanchi e c’è bisogno di collaborazione seria tra le istituzioni, non di battitori liberi che creano solo confusione”.

Sul passaggio alla zona arancione sono intervenuti anche i consiglieri regionali pentastellati i quali definiscono la decisione "la sintesi perfetta di una gestione confusionaria che punta più alle logiche di consenso che al buonsenso. Mentre si gioca con la propaganda - dicono i penatstellati - ci sono migliaia di esercenti che non sanno cosa fare. Ed è bene ricordare che le sanzioni a carico di chi apre in zona rossa sono salatissime. Si continua a voler anticipare o prevedere le decisioni del Ministero lasciando gli abruzzesi in balia di informazioni discordanti tra la Regione e il governo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo in zona arancione, Il Movimento 5 Stelle contro Marsilio: "Crea confusione"

ChietiToday è in caricamento