Sicurezza in strada: gli abruzzesi alla guida fanno uso delle app

Le app tornano utili per tanti motivi quando si è alla guida e sono capaci anche di aumentare il proprio livello di sicurezza al volante

Le app stanno rivoluzionando il modo di vivere di tutti, grandi e piccini, lavoratori e studenti, ciclisti o automobilisti. Proprio a questo ultima categoria sono rivolte molte applicazioni per aumentare la sicurezza in strada, quando si è alla guida del proprio veicolo.

L’Osservatorio Sara Assicurazioni, a compagnia assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia, ha diffuso i dati delle ultimi indagini condotte su un campione di conducenti, che hanno dichiarato di utilizzare tanto le app da smartphone.

Secondo il 39% la tecnologia può aumentare la sicurezza, riducendo anche il numero di sinistri, per il 30% riduce l’impatto ambientale e per il 23% consente di risparmiare. Un ulteriore 8% vede un aumento del comfort.

I veicoli elettrici sono il vero futuro della mobilità? Secondo il 46% degli abruzzesi sì, ma questo non è l’unico dato raccolto. Secondo gli abitanti di Chieti e del resto della regione a popolare le strade delle città italiane saranno sempre più le auto connesse (24%), in grado, quindi, di collegarsi a sistemi di monitoraggio dello stile di guida o app per controllo remoto, e le auto a guida autonoma (21%).

Di contro, gli abruzzesi sono più scettici per quel che riguarda lo sharing, ovvero la possibilità di condividere la propria auto: solo il 9% pensa che la condivisione di mezzi privati sia la soluzione più utile.

 Abruzzesi alla guida: gli aspetti da migliorare

Anche se le app possono aumentare la sicurezza, il 66% degli intervistati indica l’utilizzo dello smartphone come fonte di rischio di eventuali sinistri e cattivi comportamenti su strada.

Tra i comportamenti ricorrenti e sbagliati ci sono anche il mantenimento delle distanze di sicurezza (43%), il mancato utilizzo delle frecce (28%), i sorpassi pericolosi (29%), guida troppo sportiva (24%), le manovre e frenate brusche (16%) e i cambi di direzione o corsia improvvisi (15%).

Grazie alla tecnologia satellitare è oggi possibile tracciare e analizzare le abitudini di guida, monitorandole attraverso un’app, soluzione che sembrano apprezzare in molti: il 61% degli intervistati ritiene aumenti la sicurezza, il 38% che faccia risparmiare su consumi e polizza e il 15% la trova addirittura divertente, come una sorta di gioco. Il 10% la trova invece un po’ invadente.

 Oltre al rilevamento dello stile di guida (36%) gli abruzzesi ritengono utili molti servizi tramite app per l’auto, tra cui la funzione di navigazione e infotraffico (60%), il rilevamento automatico dei danni in caso di incidente (36%) e l’app che aiuta a trovare parcheggio (33%).

Auto elettriche e mezzi alternativi

Il 68% degli abruzzesi sono propensi all’acquisto di un’auto elettrica o ibrida, sia perché fa risparmiare grazie alla riduzione dei consumi, sia perché può ridurre le emissioni ambientali. Tuttavia, il 32% degli abruzzesi è ancora restio ad acquistarne una, soprattutto perché pensa che costi troppo (16%) o non saprebbe dove ricaricarla (11%), nonostante le numerose colonnine elettriche situate in ogni luogo della nostra città e dintorni.  

Auto a guida autonoma: cosa pensano gli abruzzesi?

Se il problema è l’autista, meglio eliminarlo ed affidarsi ad un software? Secondo la ricerca, la maggioranza degli abruzzesi (54%) ha una considerazione positiva delle auto a guida autonoma perché più sicure anche per chi di solito non è a suo agio al volante o non pratico dei parcheggi ed anche nel caso in cui si debba affrontare un viaggio – magari anche lungo – e ci si senta stanchi. Tuttavia, il 36% ancora diffida, temendo malfunzionamenti tecnologici e di non poter intervenire e l’11% dichiara che non vorrebbe mai rinunciare al piacere di guidare!

Le migliori app per auto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Restano in zona rossa Chieti e altri 8 comuni, Atessa e Guardiagrele sorvegliate speciali

  • Scuole chiuse e didattica a distanza dalle elementari alle superiori in Abruzzo: oggi l'ordinanza

  • Proroga della zona rossa nelle province di Chieti e Pescara? Marsilio: "Purtroppo i numeri sono ancora alti"

  • Diminuiscono gli abitanti e aumentano gli anziani in Abruzzo, il comune più giovane è in provincia di Chieti

  • La ricerca dell'Iss: "Trovate varianti Coronavirus nelle acque di scarico a Guardiagrele"

  • Saturimetro: perché acquistarne uno e i migliori in commercio

Torna su
ChietiToday è in caricamento