In Abruzzo continua la raccolta di Pneumatici Fuori Uso: Chieti è al primo posto

Da inizio anno sono state recuperate 1.135 tonnellate di pneumatici fuori uso (pfu) in Abruzzo, di cui oltre la metà nella provincia di Chieti

Da inizio anno sono state recuperate 1.135 tonnellate di pneumatici fuori uso (pfu) in Abruzzo, di cui oltre la metà nella provincia di Chieti: nonostante le restrizioni e le difficoltà per le imprese dovute all’emergenza Coronavirus, la raccolta continua. Lo fa sapere Ecopneus, la società senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei pfu in Italia, che da gennaio nella nostra regione ha gestito oltre 120.000 pezzi. Si tratta di un contributo all’economia circolare che non si ferma.

In Italia le tonnellate di pneumatici fuori uso raccolte sono circa 200.000 in media.

L’Abruzzo è la 14esima regione per quantità di pfu raccolti e recuperati nei primi tre mesi del 2020 con un quantitativo superiore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Sono invece 364 le richieste di prelievo di PFU inserite da gommisti, stazioni di servizio e autofficine ed esaudite da Ecopneus.

A Chieti sono state raccolte 548 tonnellate di pneumatici fuori uso, posizionando l’intera provincia al primo posto delle altre abruzzesi. Nel dettaglio sono state recuperate 216 tonnellate nella provincia de L’Aquila, 192 tonnellate nella provincia di Teramo, e circa 180 tonnellate nella provincia di Pescara.

“Ci stiamo impegnando per garantire un servizio efficiente ai tanti punti di generazione dei pfu che serviamo in tutta Italia anche in questa situazione emergenziale, in linea con l’approccio che abbiamo sempre avuto alla nostra attività oltre che con le disposizione governative” ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus.

L’attività di rintracciamento, raccolta, trasporto e recupero dei pfu sta infatti proseguendo secondo quanto previsto dal Dpcm del 22 marzo per le attività individuate come essenziali per il Paese. In Italia sono 53.546 le tonnellate di pfu rintracciate, raccolte e recuperate nei primi tre mesi del 2020; un volume che supera leggermente le 53.174 raccolte lo scorso anno.

Se l’Abruzzo si posiziona nella seconda metà della classifica, a livello nazionale invece in testa troviamo la Lombardia (7.307 ton), poi il Veneto (5.655 ton), seguita dal Lazio (5.078 ton), Campania (4.752 ton), Emilia - Romagna (4.266 ton), Sicilia (3.719 ton), Toscana (3.625 ton), Puglia (3.279 ton), Piemonte (2.808 ton), Calabria (2.464 ton), Sardegna (2.353 ton), Trentino- Alto Adige (1.736 ton), Marche (1.454 ton), Liguria (994 ton), Friuli Venezia Giulia (963 ton), Umbria (800 ton), Basilicata (670 ton), Molise (350 ton) e la Valle d'Aosta (138 ton).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento